0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Pranzo di Capodanno: ricette per iniziare il 2017

Come cominciare al meglio l'anno nuovo se non con un buon pranzo in famiglia? Consigli e idee per portare in tavola per il pranzo del primo gennaio dei piatti semplici e non troppo pesanti. 

Cosa mangiare per il pranzo di Capodanno. © Alexander Raths /123RF

 

Dopo gli stravizi della vigilia di Natale e dopo il cenone di Capodanno si arriva al primo gennaio quasi esausti, soprattutto dopo la notte precedente che si caratterizza per il celebre veglione in cui si attende fino all'alba per godersi appieno la prima notte del nuovo anno che comincia.
Ma non bisogna demordere! La maratona che ci porta in tavola più e più volte continua fino all'arrivo dell'epifania, che si sà...tutte le feste porta via, quindi rimbocchiamoci le maniche e vediamo cosa portare in tavola per il pranzo di Capodanno, senza dimenticare che meno di ventiquattr'ore prima abbiamo abbandonato un'altra tavola ricchissima, quindi cerchiamo di coniugare cibo ed equilibrio, affinché il pasto sia un piacere e non una spiacevole forzatura.

Crocchette di patate

Le crocchette di patate sono un antipasto stuzzicante. © Alexander Mychko /123RF

 

Cominciamo con un antipasto stuzzicante, ma non troppo impegnativo nella preparazione e nella presentazione. Basterà infatti lessare la patate, schiacciarle con l'apposisto schiacciapatate, lasciarle freddare e creare delle polpettine unendo patate, formaggio grattuggiato e uova che poi andrete a imapanare e friggere.
Per rendere le vostre crocchette di patate più leggere potete scegliere di cuocerle al forno su una teglia foderata con l'apposita carta.

Aperitivo vegetariano

L'aperitivo vegetariano può essere un antipasto leggero e gustoso. © Mariana Rusanovschi /123RF

 

Se vogliamo restare sulla laggerezza possiamo servire in un piatto di portata delle verdure crude tagliate e disposte cromaticamente per dare un effetto colorato e simpatico alla presentazione. A questo piatto di portata accompagneremo delle coppette o dei bicchierini contenenti delle gustose salse in cui intingere le verdure, come una buona maionese, rigorosamente fatta in casa o una morbida crema a base di panna e ricotta per far godere i vostri ospiti di un aperitivo vegetariano, per l'occasione trasformato in antipasto, per aprire il pasto in maniera delicata e leggera.

Ravioli di pesce

I ravioli di pesce sono un ottimo primo dal gusto delicato. © strannikfox /123RF

 

Per un primo piatto delicato e che mette d'accordo tutti ci sono i ravioli di pesce, naturalmente home made. La preparazione della pasta fatta in casa spaventa molti, ma basti pensare che le nostre nonne spesso e volentieri ne preparavano, non bisogna quindi farsi intimorire. Provate!

Per quanto riguarda la pasta ripiena come ravioli, tortellini e così via l'importante è stendere bene la pasta, magari con l'ausilio dell'apposita macchina. 

 

Potrebbe interessarti: Ravioli fatti in casa: ricetta e cottura

Brodo di carne

I tortellini in brodo sono un piatto tipico della tradizione italiana. © cokemomo /123RF

 

Se preferiamo attenerci alla tradizione possiamo portare in tavola un caldo e fumante piatto di tortellini in brodo di carne.

Questo piatto è semplicissimo da preparare. I tortellini (di buona qualità) sono di facile reperibilità in ogni supermercato, mentre per  il brodo di manzo basta saper scegliere il buon pezzo di carne (come la spalla o la polpa di spalla, il cosiddetto "cappello del prete") e la cottura si fa praticamente da sola: basta lasciare la carne e le verdure sobbollire per almeno tre ore. 

Lasagne al pesto

Le lasagne al pesto sono un primo piatto golosissimo. © Marco Mayer /123RF

 

Quando si hanno molti ospiti le lasagne sono sempre un ottimo escamotage per coniugare praticità e gusto. Se però siamo stanchi di portare in tavola il solito piatto condito alla bolognese, si può optare per piatto tradizionale, ma condito in maniera originale. Le lasagne al pesto ad esempio sono un ottimo primo farcito con una golosa salsa a base di pesto e besciamella che coniugano la modernità del condimento alla tradizione della pasta.

Polpettone di carne

Il polpettone di carne è un piatto unico dalla bontà unica. © Salvatore Massara /123RF

 

Se optate per un pranzo equilibrato potete rinunciare al primo e passare direttamente al secondo, da portare in tavola come piatto unico accompagnato dalle verdure che più vi piacciono. Allora come portata regina scegliete un buon polpettone di carne, un gustoso trionfo di sapori in crosta. Da mangiare senza moderazione!

Filetto di maiale all'arancia

Il filetto di maiale si sposta magnificamente con gli agrumi. © Andriy Sarymsakov /123RF

 

E se a Natale si porta in tavola il celebre tacchino all'arancia, il nuovo anno può sfidare la festa più celebre con un buon piatto a base di carne di maiale. Il filetto all'arancia è infatti un piatto molto saporito in cui la carne (grassa) del maiale viene alleggerita dal gusto agrodolce delle arance. Il risultato è un piatto sostanzioso, ma che non appesantisce. Da provare!

 

Arrosto di vitello

L'arrosto di vitello è un piatto semplice, ma davvero buono. © Marco Mayer /123RF

 

Altro piatto unico, di una semplicità estrema, ma di altrettanta bontà è l'arrosto di vitello. Lasciate trionfare al centro della tavola il vostro piatto, magari condito con delle patate al forno, sarà un toccasana per gli occhi e soprattutto per il palato.
 

Piccolo suggerimento: abbinate a questo piatto un vino rosso austero e corposo.

Tiramisù con pandoro

Il tiramisù con pandoro è l'ideale per consumare gli avanzi di pandoro. © Darius Dzinnik /123RF

 

Il periodo delle feste, si sa, porta con sé visite inaspettate di parenti e amici con relativi presenti. Spesso e volentieri uno dei regali più sbrigativi da portare al padrone di casa è proprio un pandoro, al punto da ritrovarsi con tre o quattro di questi dolci e non sapere più come consumarli. Un'idea sfiziosa è quella di utilizzare il pandoro come base per un gustoso tiramisù: la crema al mascarpone resta la stessa, la bagna al caffè idem, ciò che cambia è che utilizzeremo il pandoro al posto dei savoiardi. In questo caso però fate attenzione a non irrorare troppo la vostra base perché si rischia di rendere il pandoro troppo molle e ridurlo in pezzi.

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo