Ravioli fatti in casa: come fare? Ricetta e cottura

Fai una domanda

I ravioli fatti in casa sono facili da preparare. Scopriamo insieme tradizione e segreti per ottenere una pasta per ravioli dal ripieno fragrante e gustoso. 

I ravioli fatti in casa sono un primo piatto tradizionale che va incontro ai gusti di tutti.


I ravioli sono un tipo di pasta che appartiene alla cucina nostrana. Le caratteristiche generali di questa preparazione sono semplici: si tratta di due sfoglie sottili di pasta all'uovo farcite con i ripieni più disparati. L'origine dei ravioli fatti in casa risalirebbe al XIV secolo, infatti nei ricettari di quest'epoca si attesta la presenza di alcune preparazioni che comportano "un contenitore" di pasta all'interno del quale si poneva una deliziosa farcitura.

Dal nord al sud d'Italia la pasta ripiena è uno dei piatti forti della nostra penisola. Ogni regione ha la sua preparazione caratteristica e il suo nome: ravioli, tortellini, cappelleti, agnolotti e chi più ne ha più ne metta. 
Ecco come fare i ravioli fatti in casa.


Ricetta ravioli fatti in casa

Per preparare la pasta per ravioli che andrà a contenere il nostro ripieno le regole e il procedimento sono semplici: se disponete dell'apposita macchina per tirare la pasta non avrete alcun problema, in caso contrario... giù di olio di gomito! 

Su un piano disporre la farina 00 a fontana (con il buco al centro, per intenderci) e nel mezzo disporre le uova e un pizzico di sale
A partire dal centro cominciare a lavorare fino ad ottenere un panetto non troppo duro. Se la consistenza risulatasse troppo coriacea aggiungere un paio di cucchiai di acqua tiepida. Al contrario se la preparazione stenta a prendere la forma di un panetto aggiungete della farina. 

Una volta ottenuto il panetto metterlo a riposo coperto da un panno per, circa un'ora, in un luogo asciutto. Passato questo tempo dividere il panetto in due e stendere due sfoglie sottili con la macchina apposita o con il matterello. Attenzione perché le due sfoglie devono risultare sottili: in caso contrario si rischia che i ravioli risultino duri o si allunghi considerevolmente il tempo di cottura

Generalmente bastano due o tre minuti, ma se l'impasto è troppo spesso potreste dover attender un po' di più. In ogni caso vi renderete conto da soli della cottura dei ravioli perché, quando pronti, ritornano a galla da soli. Provare per credere! 

Pronte? Allora seguite tutti i nostri consigli per il ripieno per ravioliavete veramente l'imbarazzo della scelta!


Copyright foto: Yana Gayvoronskaya /123RF

Potrebbe anche interessarti