Largactil®: farmaco a base di clorpromazina

Fai una domanda
Il Largactil® (il cui principio attivo è la clorpromazina) è un neurolettico utilizzato per il trattamento degli stati psicotici dell’adulto e dei disturbi del comportamento del bambino. Vediamo indicazioni, controindicazioni ed effetti collaterali.


Largactil® gocce, compresse e soluzione iniettabile

Nell’adulto il Largactil® si utilizza per il trattamento della crisi psicotica acuta. È, inoltre, utilizzato a lungo termine per curare la schizofrenia, i deliri cronici, le psicosi allucinatorie o paranoidi. Nel bambino è prescritto nei disturbi del comportamento con aggressività. Si inizia sempre il trattamento con piccole dosi, che vengono in seguito aumentate progressivamente. Il Largactil® è presente in commercio sotto forma di gocce, soluzione iniettabile o compresse.

Controindicazioni

Le principali controindicazioni del Largactil® sono una precedente agranulocitosi (importante riduzione del numero dei globuli bianchi), glaucoma ad angolo chiuso, ritenzione urinaria, l’associazione con certi farmaci e gravidanza e allattamento.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali del Largactil® sono numerosi: manifestano soprattutto e frequentemente aumento di peso, secchezza orale, costipazione, ipotensione ortostatica, disturbi del ritmo cardiaco, disturbi neurologici (rigidità, blocchi muscolari, movimenti anomali), convulsioni, impotenza, amenorrea, riduzione del numero dei globuli bianchi (leucopenia), sindrome maligna da neurolettici (alterazione dello stato generale, febbre), che impone l’arresto immediato del trattamento.

Precauzioni

Il Largactil® ha numerose interazioni con altri farmaci in particolare gli antidepressivi come il Citalopram® o i trattamenti dopaminergici (somministrati per le sindromi Parkinsoniane). La sorveglianza sia sul piano fisico che biologico deve essere stretta, poiché questo farmaco abbassa la soglia epilettogena.