Nurofen®: influenza e raffreddore

Fai una domanda
Il Nurofen® è un farmaco contenente l’ibuprofene prescrivibile sia per adulti che bambini in caso di febbre o dolori quali mal di testa, stati influenzali, mal di denti, dolori muscolari e mestruali.


Nurofen® compresse 200 mg - componenti

Trattasi di ibuprofene a compresse rivestite, i cui altri componenti sono acido stearico, croscarmellosa sodica, laurilsolfato di sodio, citrato di sodio, silice colloidale anidra, gomma arabica nebulizzante, talco, carmellosa di sodio, saccarosio, macrogol 6000, biossido di titanio, inchiostro (gomma lacca, ossido di ferro rosso, ecc.).

Controindicazioni

Nurofen® 200 mg non può essere assunto in caso sia presente una gravidanza oltre i 5 mesi (24 settimane di amenorrea), in caso di allergia o asma, scatenanti dall’assunzione di questo medicinale o di un medicinale ad esso imparentato, come FANS, acido acetilsalicilico (aspirina) o in caso di allergia ad altri componenti della compressa. Il farmaco è da evitare anche in caso di antecedenti di sanguinamenti gastrointestinali o di ulcere correlate a dei trattamenti precedenti all’uso di FANS, in caso di ulcere o sanguinamenti dello stomaco o dell’intestino in evoluzione o recidive, in caso di emorragie (gastrointestinali, celebrali o di altro tipo), malattie gravi del fegato o dei reni, del cuore o lupus. Consultare il medico prima di assumere il farmaco in caso di asma correlata a rinite cronica, polipi nel naso e sinusite cronica; disturbi della coagulazione e assunzione di una terapia anticoagulante; infezioni della pelle come varicella, ernia iatale, ulcere.

Dosaggio

Le dosi di Nurofen® troppo forti, ossia superiori a 1200mg/giorno, hanno proprietà antinfiammatorie pesanti che possono provocare inconvenienti tipici dei farmaci antisteroidei, spesso gravi: aumento del rischio di infarto del miocardio o ischemia celebrale. I rischi aumentano con l’aumentare della dose e della durata del trattamento.

Attenzione: non superare le dosi raccomandate né la durata massima del trattamento. In caso di problemi cardiaci, ischemia o fattori di rischio come ipertensione arteriosa, diabete, colesterolo alto o tabagismo, consultare il proprio medico.

Nurofen® bambini

Nurofen® bambini è venduto sotto forma di supposte o sciroppo con apposito dosatore o siringa. Questo farmaco, infatti, può essere somministrato anche ai bambini molto piccoli, di pochi mesi, in presenza di febbre. In linea generale la somministrazione di Nurofen® per bambini dipende dal peso e altezza del paziente, mentre la dose giornaliera è di un massimo di 3 somministrazioni nell'arco delle 24h, con intervallo dalle sei alle otto ore. Per evitare eventuali effetti collaterali seguire la posologia data dal medico. Non somministrare il farmaco per un tempo molto lungo e se la febbre non tende ad abbassarsi, consultare il pediatra.

Avvertenze

Gravidanza e allattamento

Il Nurofen® 200mg, compresse rivestite può alterare i valori di fertilità nelle donne. A tal punto esso non è raccomandato per quelle donne che desiderano avere un bambino, a coloro che hanno difficoltà a restar incinte o che svolgono degli esami utili al fine riproduttivo, è consigliato di consultare il proprio medico prima di assumere Nurofen®. Evitare di assumere questo farmaco in gravidanza e allattamento, per prevenire eventuali ripercussioni sul feto.

Anziani

I soggetti di una certa età hanno un rischio più elevato di effetti indesiderabili, in particolare per quanto riguarda le emorragie gastrointestinali, ulcere, perforazioni. Anche le funzioni renali, epatiche e cardiache devono essere monitorate. La posologia deve essere la più bassa possibile come anche la durata del trattamento, atta solo ad alleviare i sintomi.

Intolleranza al fruttosio o al galattosio

L’utilizzo di questo farmaco è sconsigliato in caso il soggetto presenti un’intolleranza al fruttosio o manifesti una sindrome di malassorbimento da glucosio o del galattosio o un deficit di saccarasi/isomaltasi (malattie ereditarie rare).

Interazione con altri farmaci

Evitare l’assunzione di Nurofen® con altri antinfiammatori non steroidei (inibitori selettivi della cycloxygenasi 2) e/o aspirina; cortisone, anticoagulanti orali, come warfarina, eparina iniettabile antiaggreganti piastinici o trombolitici come ticlopidina; litio, metotrexate, inibitori del’enzima di conversione dell’angiotensina, diuretici, betabloccanti e antagonisti dell’angiotensina II; alcuni anti depressivi (inibitori selettivi della ricattura della serotonina), pemetrexed e ciclosporina, tacrolimus.

Effetti collaterali

Nurofen® può avere degli effetti collaterali come tutti i medicinali. In caso si dovessero presentare consultare il medico. Tra gli effetti indesiderati gravi del Neurofen® ricordiamo: reazioni cutanee, d’origine allergica: vesciche, bolle, prurito; ipersensibilità (gonfiore del viso, dispnea, tachicardia, asma, disturbi respiratori quali edema di Quincke). Tra le situazioni più rare e che interessano in modo particolare l’assunzione di Neurofen in dosi elevate troviamo: emorragia gastrointestinale, mal di testa con nausea e vomito e torcicollo, vesciche sulla pelle o mucose (sensazione di bruciore accompagnato da arrotamento e ulcerazioni) e ancora, eccezionalmente sono state riscontrate gravi infezioni della pelle, quali varicella.

Altre situazioni

Nel corso del trattamento è possibile che sopraggiungano problemi digestivi (mal di stomaco, vomito, nausea, diarrea, costipazione) ed eccezionalmente vertigini, mal di testa, disturbi della vista, diminuzione delle urine, insufficienza renale. Sempre raramente sono state osservate delle modifiche del bilancio epatico e della formula sanguigna (abbassamento dei globuli bianchi e dei globuli rossi). Se vengono osservati altri effetti indesiderati non menzionati sul foglietto illustrativo o se alcuni effetti già menzionati si aggravano, consultare il medico.


Foto: © KOSIN EURBOONYANUN - 123RF