0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Bydureon®: effetti collaterali e foglio illustrativo

Bydureon® è indicato nel trattamento del diabete di tipo 2 in caso di mancato controllo della glicemia con i farmaci antidiabetici di prima istanza. Eccone una scheda tecnica con indicazioni, controindicazioni ed effetti collaterali del farmaco.


Indicazioni

Generalmente Bydureon® è somministrato come complemento ad altre molecole o sostanze attive come la metformina, i sulfamidici ipoglicemizzanti e i tiazolidinedioni, che associati o meno fra loro costituiscono i principali presidi medici del diabete mellito di tipo 2. Si tratta, infatti, di un antidiabetico iniettabile che va somministrato una volta la settimana per iniezione sottocutanea effettuata sul braccio, sull’addome o sulla coscia.

Controindicazioni

Il Bydureon® è controindicato in caso di ipersensibilità alla sostanza attiva (exenatide) o ad uno degli eccipienti contenuti nel farmaco. Bisogna inoltre tener conto che l’exenatide a rilascio prolungato è vietata nel diabete di tipo1 o in caso di cheto acidosi diabetica e ancora questo farmaco ha una notevole incidenza sull’efficacia di alcuni farmaci, poiché ritarda lo svuotamento gastrico. Si raccomanda vivamente quindi di comunicare al medico qualsiasi terapia si stia praticando.

Effetti collaterali

Frequentemente Bydureon® causa effetti collaterali come ipoglicemia, riduzione dell’appetito, cefalea, vertigini, disturbi gastroenterici (nausea, vomito, diarrea, dispepsia, dolori addominali, flatulenze), reazioni cutanee (orticaria, prurito, eritema) e stanchezza.

Meccanismo d’azione e precauzioni d’uso

L’exenatide (il principio attivo del Bydureon®) ha un effetto prolungato è un agonista del recettore del peptide1-glucagone like. Questa particolare molecola ha diverse proprietà ipoglicemizzanti e fra le altre permette di inibire la produzione del glucagone, ormone iperglicemizzante prodotto in eccesso in caso di diabete di tipo 2. Quetso è il il motivo per cui bisogna seguire necessariamente la posologia prescritta. Un sovradosaggio può causare diversi sintomi come nausea, vomito e riduzione della glicemia.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo