Metformina - Glucophage®: indicazioni, posologia ed effetti secondari

Fai una domanda
La metformina è la molecola commercializzata come Glucophage®: farmaco prescritto ad alcuni diabetici di tipo 2 (diabete non insulino-dipendente). Si tratta di una compressa rotonda e bianca (o una soluzione bevibile) che si somministra per via orale.


Metformina

La metformina, commercializzata col nome di Glucophage® o Stagid®,è un farmaco antidiabetico della famiglia delle biguanidi che si presenta sotto forma di compresse. La sua somministrazione è essenzialmente impiegata nel trattamento dell’iperglicemia cronica, cioè nell’elevazione anormale del tasso di glucosio nel sangue nel quadro dell’evoluzione di un diabete di tipo 2 (secondario alla resistenza delle cellule all’azione dell’insulina (insulinoresistenza), ormone secreto dal pancreas il cui ruolo è controllare la glicemia).
La metformina è utilizzata principalmente quando un regime alimentare adatto non ha fatto tornare il tasso di glucosio a livelli normali. Questo farmaco permette di ristabilire l’equilibrio glicemico riducendo l’insulinoresistenza e le complicanze dovute al diabete.

Indicazioni

Il Glucophage® è indicato in pazienti affetti da diabete di tipo 2, in particolare in pazienti sovrappeso. È somministrato quando il paziente non ha raggiunto l’equilibrio della sua glicemia (tasso di zucchero nel sangue) nonostante l’adozione di un adatto regime alimentare e di un’attività fisica. Questo farmaco, destinato anche ai bambini, può essere assunto da solo (monoterapia) o in associazione con l’insulina ed altri antidiabetici.
Si raccomanda una dose dai 500 agli 850 mg al giorno da prendere in 2 o 3 volte durante o subito dopo il pasto.

Controindicazioni

Il Glucophage® è controindicato nei pazienti che sono ipersensibili al suo principio attivo (metformina) o ad un altro suo costituente, nelle persone affette da insufficienza renale o epatica e negli alcolisti. Non deve essere somministrato in caso di infezione grave, di disidratazione, di diabete chetoacidosico o di precoma diabetico, di disturbi cardiaci o respiratori e di precedente infarto del miocardio.

Effetti indesiderati

Questo farmaco può determinare effetti indesiderati soprattutto all’inizio del trattamento: nausea, diarrea, vomito, perdita dell’appetito, dolori addominali e alterazioni del gusto. Questi effetti scompaiono generalmente da soli e diminuiscono assumendo in più volte la dose giornaliera. Più raramente sono stati riportati delle affezioni cutanee come prurito o orticaria.

Avvertenze speciali

Un sovradosaggio di metformina può innescare una complicazione abbastanza rara, ma potenzialmente mortale se non trattata in tempo: l’acidosi lattica. I diabetici affetti da insufficienza renale sono i più soggetti a questo fenomeno.

FOTO:© Juha Sompinmäki/123RF