Lo sport aiuta a smettere di fumare

Fai una domanda
Come smettere di fumare? Ogni fumatore si è posto questa domanda almeno una volta nella vita. Medici e ricercatori propongono lo sport come soluzione per dire addio al pacchetto di sigarette. Ne abbiamo parlato con il Professore Jonathan Martins, esperto nella lotta contro il tabagismo.

Smettere di fumare non è mai facile, ma lo sport può aiutare in questa lotta contro la nicotina e far dire addio alle sigarette.


Lo sport è considerato come un'ottima terapia per il corpo e per la mente: quando lo stress quotidiano prende il sopravvento, l'attività fisica sembra essere la sola cura efficace. A volte, però, gli italiani diventano campioni di sedentarietà e far capire che fare un po' di movimento è essenziale per la nostra salute non è del tutto facile.

Le conseguenze della mancata attività fisica sono tante e varie, sia per la linea che per il buon funzionamento dell'attività cardiovascolare, muscolare e ossea. Il tutto, inoltre, può influire sul lato psicologico, e quello stress che non si riesce a ridurre senza praticare sport, viene sfogato su un oggettino molto banale: la sigaretta.

Ricercatori e scienziati di tutto il mondo si sono impegnati a dimostrare i danni del fumo che, oltretutto, sembra anche che faccia ingrassare. Se molti di voi hanno già provato a smettere e non ci sono riusciti, vi proponiamo una soluzione da non sottovalutare, lo sport! Ebbene sì, tra tutti i lati positivi che l'attività fisica può portare alla vostra salute, c'è anche quella di aiutarvi a smettere di fumare.

Ne abbiamo parlato con Jonathan Martins, professore internazionale della scuola Les Mills, specializzato in terapie contro il tabagismo.

Quali sono le motivazioni che spingono ad iniziare a fumare?

In genere si inizia per delle ragioni molto futili quali lo stress, il coinvolgimento da parte di amici, l'abitudine nell'effettuare questo gesto ripetitivo mano-bocca. Ma la cosa peggiore è che le pubblicità o il cinema, danno un'immagine della sigaretta che tocca la psicologia delle persone, invitandole a prendere questo brutto vizio. Poi c'è anche la convinzione che fumare rilassi: questo è dovuto all'effetto della nicotina sul cervello: la tensione che si riscontra prima di fumare e che si allenta dopo una sigaretta è dovuta alla mancanza di nicotina sentita dal nostro corpo, che si “fissa” su dei recettori del nostro cervello e provoca la cosiddetta “sensazione di piacere” in soli sette secondi.

Quali sono i danni causati dal fumo?

Più di 400 sostanze tossiche che entrano nel corpo, il cattivo odore che invade stanze e vestiti, senza parlare delle tasche che si svuotano sempre di più a forza di comprare pacchetti di sigarette!

In che modo lo sport può combattere il fumo?

Lo sport è un potente antistress e tutti i medici lo confermano. Dopo una lezione vengono liberati degli ormoni chiamati “endorfine”, antidolorifici naturali che placano la mancanza di nicotina avvertita dal cervello. Tutti i ricercatori sono d'accordo: lo sport aiuta a smettere di fumare!

Cosa ha in più lo sport rispetto alle classiche terapie?

Lo sport ti motiva fisicamente e psicologicamente e ti dà la forza di andare avanti. Aspettare, invece, che le classiche terapie facciano il loro corso, porta risultati positivi solo se si è veramente forti e motivati.

Dopo quanto tempo lo sport aiuta ad eliminare la nicotina presente in corpo?

Per eliminare totalmente i residui di sigaretta nel corpo ci vogliono circa 15 anni, ma attenzione, non è mai troppo tardi per smettere! Il rischio di malattie diminuisce enormemente una volta che si perde il vizio, senza considerare poi la soddisfazione personale!

Lo sport ha lo stesso effetto con le droghe?

Beh, il tabacco è già una droga, perché provoca dipendenza. Ma in ogni caso sì, lo sport aiuta anche ad eliminare la dipendenza da droghe perché sviluppa sempre quegli ormoni, le endorfine, che placano la mancanza della sostanza che genera piacere.

Ti sono già capitati casi di persone che grazie allo sport hanno smesso di fumare?

Sì, perché già il solo fatto di essere ascoltati e motivati costantemente ha permesso a queste persone di incamminarsi verso la disassuefazione. Ho potuto rispondere alle loro angosce e trovare soluzioni per superare gli ostacoli e per cercare di modificare certe abitudini con altre più sane!

E se dopo aver smesso di fumare, si interrompe l'attività fisica, c'è un forte rischio di ricaduta?

Non è detto. Si possono trovare altre fonti di piacere, ma attenzione a non sostituire una cattiva abitudine con un'altra!

Ci sono alcuni sport che più degli altri aiutano a sconfiggere il vizio?

Gli sport ad alta intensità effettuati per pochi minuti sono molto efficaci. Il metabolismo si accelera e le cellule si rinnovano rendendo più forte la presenza degli ormoni. Dopo 20 minuti di sport intenso penserete piuttosto a bere un bicchiere d'acqua o mangiare una mela, ma di certo non vi accenderete una sigaretta!

C'è una “terapia” specifica da affrontare durante la lezione? Ad esempio qualche esercizio che migliora la respirazione?

Cercate degli esercizi che stimolino il movimento e l'energia, ma allo stesso tempo rilassatevi! Pensate sempre alla respirazione, distendete i muscoli e vedrete che il vostro corpo (e i vostri polmoni) vi ringrazieranno! Quando avrete smesso di fumare, se vi torna la voglia di accendere una sigaretta potrete provare a bere un bicchiere d'acqua, mangiare un frutto, respirare profondamente, cambiare attività facendo qualcosa che vi occupi la mente o semplicemente chiamare un amico o un'amica al telefono. Fate qualcosa che vi faccia dimenticare la voglia della "bionda"!

Copyright foto: Istock