Nimesulide: indicazioni ed effetti collaterali

Fai una domanda
Il Nimesulide® è un farmaco appartenente alla famiglia degli antinfiammatori non steroidei (FANS) utilizzato in prevalenza come antidolorifico.



Indicazioni

Il farmaco Nimesulide® è indicato per ogni tipo di dolori e viene assunto sia sotto forma di soluzione da bere che in pillole da somministrare per il minor tempo possibile. Nimesulide necessita di prescrizione medica con ricetta non ripetibile, a ragione delle gravi conseguenze che esso può costituire a livello epatico. Dal 2012 l’AIFA (Agenzia Italiana del farmaco) ne ha riservato l’uso esclusivo in caso di dolori forti e per dolori mestruali. Viene usato in prevalenza in ambito dentistico, ginecologico, otorinolaringoiatrico e reumatologico e non è da somministrare ai bambini al di sotto dei 12 anni. La dose massima consentita è di 200mg al giorno.

Controindicazioni

L’assunzione di Nimesulide è sconsigliata a chi ha precedenti allergici al suo principio attivo o agli eccipienti in esso contenuti (saccarosio, cetomacrogol 1000, maltodestrine, acido citrico), in caso di asma o congestione nasale; orticaria, emorragie a livello dello stomaco e dell’intestino, casi di ulcera, precedenti di ictus, trombosi, insufficienza epatica o dipendenza da sostanze stupefacenti, alcolismo. Da evitare anche in caso di insufficienza renale o cardiaca, gravidanza (nei primi tre mesi) e allattamento, influenza.

Effetti indesiderati

Tra gli effetti secondari derivati dall’assunzione di questo farmaco da ricordare: dolore alla pancia, vomito, sangue a livello dell’intestino, melena, rush cutaneo, affanno respiratorio, ittero, gonfiore a livello degli occhi e degli arti, gonfiore al viso; stanchezza e urina colorata in modo diverso dal solito.

Non superare le dosi giornaliere raccomandate dal proprio medico per evitare un sovradosaggio e le cause che ad esso conseguono: nausea, disturbi respiratori, nausea e dolori allo stomaco. In caso si sia assunta una dose maggiore di Nimesulide contattare il proprio medico o recarsi in ospedale. Arrestare l’assunzione del farmaco nel caso si manifestino uno o più effetti collaterali.

Foto:@ Commons Wikimedia