Levotiroxina: indicazioni, posologia ed effetti collaterali

Fai una domanda
La levotiroxina è la molecola base impiegata nel trattamento di disturbi della tiroide. Dispensabile solo su prescrizione medica, esiste in diversi dosaggi per adattare la posologia allo stato di salute del paziente. Il suo uso è indicato nel trattamento soprattutto nel trattamento dell’ipotiroidismo.


Indicazioni

La levotiroxina è rigorosamente controindicata in caso di allergia ad uno dei suoi componenti, di ipertiroidismo (eccezion fatta per i casi ridotti con trattamento con Iodio131, con farmaci antitiroidei o con intervento chirurgico), di galattosemia congenita, di deficit di lattasi e di sindrome da malassorbimento di glucosio e galattosio. È, inoltre, vivamente sconsigliata a chi soffre di cardiopatia o di aritmia non controllata.
Da sottolineare anche che l’associazione della levotiroxina con alcuni farmaci (anticoagulanti orali, induttori enzimatici, clorochina e proguanide) deve effettuarsi sotto controllo medico o almeno con delle precauzioni d’uso (assumere le compresse almeno a distanza di due ore da un farmaco a base di colestiramina, sucralfato, kayexalate, topici gastrointestinali, ferro e sali di calcio).

Effetti collaterali

La levotiroxina può eventualmente aggravare una cardiopatia (per esempio angina, insufficienza cardiaca) e innescare delle reazioni allergiche e i sintomi di ipertiroidismo: febbre, sudorazioni, diarrea, palpitazioni, tremori involontari, insonnia, eccitazione e rapida perdita di peso. Questi farmaci possono anche generare ipercalciuria (eccessiva concentrazione di calcio nelle urine) nel bambino.

Somministrazione e posologia

La levotiroxina in compresse si assume con un po’ d’acqua preferibilmente la mattina a digiuno. La posologia può variare molto da un caso all’altro in funzione dell’età del paziente, dell’intensità del disturbo da curare e della tolleranza del paziente al trattamento. È importante, quindi, attenersi strettamente ai consigli del proprio medico. A titolo puramente esplicativo la posologia classica nell’adulto in caso di ipotiroidismo è di 100-150 microgrammi per mq di superficie corporea. Nel bambino la posologia raccomandata è 100 microgrammi mq. Normalmente la posologia non deve superare ½-1 compressa al dì.

Levotiroxina sodica

La levotiroxina sodica (a volte chiamata L- tiroxina) designa un ormone tiroideo utilizzato per trattare l’ipotiroidismo (deficit di ormoni secreti dalla ghiandola tiroide) e la tiroidectomia (ablazione della ghiandola tiroide). È, inoltre, indicata per ridurre la produzione di TSH, ormone che stimola la tiroide. Il suo contributo porta ad un aumento della frequenza cardiaca e a contrastare i sintomi dell’ipotiroidismo: aumento di peso, maggior sensibilità al freddo, stanchezza.
In Italia la levotiroxina sodica è commercializzata col nome di Eutirox®.

Levotiroxina liquida

La levtiroxina di norma si trova in commercio in forma di compresse, ma negli ultimi tempi si è emessa in commercio la sua forma in soluzione liquida. La differenza tra i due formati sta nel fatto che le compresse vengono assorbite (entrando quindi in circolo) in mezz'ora, mentre la sua forma ha tempi di assorbimento moto più rapidi.

Levotiroxina per dimagrire

Siccome chi assume levotiroxina ha tendenza peso si è sviluppata la falsa credenza che questo medicinale possa essere utilizzato a scopo dimagrante: ciò è assolutamente falso. Chi assume la levotiroxina sodica è affetto da un disturbo, e utilizza tale farmaco per stabilizzare una situazione patologica. Assumere tale medicinale al solo scopo di dimagrire è pericoloso poiché potrebbe causare disturbi di ordine cardiaco in soggetti non affetti da ipotiroidismo.
FOTO:© Wavebreak Media Ltd/123RF