Exforge®: posologia ed effetti collaterali

Fai una domanda
Exforge® è un farmaco ipertensivo somministrato in un contesto medico che presenta ipertensione arteriosa.


Cos’è Exforge®

Exforge® è commercializzato sotto forma di compresse con diverso dosaggio a seconda del caso specifico riportato dal paziente. Esso è indicato nei casi di ipertensione non precedentemente controllata dall’assunzione dei due principi attivi, amlodipina o valsartan, da soli. La posologia è adattata al singolo caso riportato dal paziente, anche se solitamente è assunta una pillola al giorno.

Principio attivo

Exforge® è composta da due principi attivi complementari, che contribuiscono all’equilibrio della pressione arteriosa in quei pazienti ipertesi. L’amlolodipina, sostanza vasodilatatrice appartenente alla classe dei calcio - antagonisti, una classe di farmaci che è mirata a ridurre il trasferimento della membrana di calcio alle cellule muscolare del cuore, rilassandole. E il valsartan, un inibitore dell’angiotesina, che ha il ruolo di bloccare l’attività dell’angiotesina II, ormone octapeptidico che favorisce la contrazione arteriosa e, di fatto, aumenta la tensione.

Controindicazioni

L’utilizzo di Exforge® è fortemente sconsigliato in caso di allergia ai principi attivi e agli eccipienti in esso contenuti; nei casi di ipersensibilità alle diidropiridine; derivati dei sulfamidici, insufficienza epatica, cirrosi biliare, colestasi, insufficienza renale, dialisi, anuria, in concomitanza con un trattamento a base di aliskiren (utilizzato per i pazienti diabetici o che presentano un’insufficienza renale); in caso di gravidanza o allattamento.

Effetti collaterali

I pazienti sottoposti ad un trattamento a base di Exforge® possono risentire di alcuni effetti secondari quali edema al viso, stanchezza, vampate di calore, mal di testa, gambe pesanti e gonfie e in rare occasioni, palpitazioni, gonfiore alle gengive, dolori muscolari e/o articolari o ancora reazioni allergiche.