Fluoxetina: indicazioni ed effetti collaterali

Fai una domanda
La fluoxetina è uno psicotropo utilizzato nei farmaci antidepressivi appartenenti alla famiglia degli inibitori selettivi della ricattura della serotonina. Notoriamente indicata in caso di depressione degli adulti e nei casi di pazienti affetti da disturbi ossessivo compulsivi o bulimia nervosa.



Utilizzo

La fluoxetina è utilizzata principalmente per i casi di depressione negli adulti e in rari casi nei bambini al di sopra degli 8 anni, in quei casi in cui una psicoterapia si rileva insufficiente a curare il problema, scelta, questa, effettuata sotto stretto controllo del medico e in caso di disturbi veramente gravi (gli antidepressivi sono infatti sconsigliati prima dei 18 anni). La fluoxetina è impiegata anche in caso di disturbi ossessivo compulsivi e bulimia, associata ad una psicoterapia specifica a seconda dei casi. In quanto inibitori selettivi della ricattura della serotonina, la fluoxetina (derivato di antistaminico, la difenidramina) intervengono a livello del cervello, aumentando il livello del neurotrasmettitore chiamato serotonina, che risulta essere aumentato nei casi sopra citati.

Farmaci contenenti fluoxetina

Il nome commerciale della fluoxetina è presente in diversi farmaci che riportano nomenclature differenti, tra cui il Prozac® e altri farmaci generici quali: Flotina®, Cloriflox®, Deprexen®, Xeredien®, Diesan®, Xeredien®, Azur®, Clexiclor®, Fluoxeren®. Tutti farmaci, questi, da assumere sotto controllo del medico in base alle esigenze personali del paziente.

Posologia e peculiarità della fluoxetina

La fluoxetina è proposta oggi sotto forma di soluzione ingeribile, compresse o capsule da 20 mg (dose dimezzata nel caso di depressione nei bambini o adolescenti) fino ai 60 mg in caso di bulimia, da assumere una volta al giorno. La fluoxetina è una sostanza antidepressiva che necessita più settimane prima di creare un effetto ottimale. Alcuni studi, in merito a questa sostanza, hanno dimostrato che la sua azione non può essere più efficace che un placebo, per tanto è bene associarla ad una psicoterapia mirata e ben strategica.

Effetti collaterali

La fluoxetina è un farmaco suscettibile di indurre sonnolenza e di aumentare il rischio di suicidio in casi di pazienti depressi gravemente, inoltre, può provocare episodi maniacali in soggetti bipolari o agitazione estrema, manifestabile con la smania irresistibile di muoversi. Tra gli altri effetti collaterali, anche rari, correlati all’assunzione del farmaco, da annoverare disturbi gastrici e dell’intestino (diarrea, vomito, nausea, ecc.), inappetenza o, al contrario, ingordigia nell’assumere cibo: rush cutanei, stanchezza, capogiri, sudorazione, palpitazione, fotosensibilità e disturbi sessuali. Come già accennato, si sconsiglia fortemente l’assunzione del farmaco prima della maggiore età.

Foto: © foxterrier2005 - 123RF