Ganfort ®: indicazioni, posologia ed effetti indesiderati

Fai una domanda
Ganfort® è un collirio antiglaucomatoso che viene prescritto per abbassare la pressione intraoculare. Questo farmaco contiene un’associazione di prostaglandina: bimatoprost e betabloccanti a base di timololo.



Indicazioni

Ganfort® è indicato per il trattamento di patologie causate da un’ipertensione intraoculare come il glaucoma ad angolo aperto. Questo farmaco è utilizzato negli adulti quando altri trattamenti a base di colliri betabloccanti non risultano efficaci. Il prezzo di Ganfort® collirio monodose è di circa 25 euro venduto sotto previa prescrizione medica. Ganfort® è mutuabile, ossia a carico del servizio sanitario.

Posologia

Questo collirio è venduto in monodose da 0.3 milligrammi di bimatoprost e 0.5 milligrammi di timololo per millilitri di soluzione e in flaconi da 3 millilitri. Esso può essere utilizzato in uno o entrambi gli occhi e la posologia si adatta alle esigenze del paziente. Ganfort® è riservato ad un uso per adulti e per coloro che portano lenti a contatto si consiglia di attendere 15 minuti circa dopo l’applicazione del farmaco prima di rimettere lelenti. In caso di associazioni ad altri colliri, è bene attendere qualche minuto (un quarto d’ora circa) prima di ogni instillazione.

Controindicazioni

Ganfort® è controindicato in caso di ipersensibilità al bimatoproso o alle prostaglandine, timololo o altri farmaci betabloccanti. Il farmaco contiene del cloruro di benzalconio e non deve essere impiegato in quei pazienti che presentano un’intolleranza a questo tipo di sostanza. Ganfort® non può essere usato da coloro che soffrono asma o sono affetti da bronchite cronica grave, insufficienza o patologie cardiache gravi.

L’utilizzo di questo collirio è controindicato in gravidanza e ad allattamento e la sua associazione ad altri farmaci deve essere accuratamente monitorata da uno specialista. Solitamente Ganfort® può essere associato sotto avvertenza del medico a amiodarone, altri betabloccanti, ipoglicemizzanti, antidepressivi triciclici, neurolettici, inibitori calcici, cortisoni, quinidirna e derivati, disopiramide, baclofene, clonidina, meflochina, lidocaina e propafenone.

Effetti indesiderati

L’utilizzo di Ganfort® può manifestare effetti indesiderati quali: visione fluida dopo l’instillazione; fastidio oculare, secchezza, irritazione o sensazione di un corpo estraneo nell’occhio; rossore, congiuntivite o cheratite transitoria (spesso causata dalla presenza di cloruro di bezalconio); modifica del colore delle papille, ciglia e occhi; colorazione delle lenti a contatto. In casi rari è possibile che si manifestino eruzioni cutanee, aggravarsi di una patologia dermatologica esistente, come la psoriasi; disturbi gastrici, della circolazione periferica e problemi cardiaci.