Cheratite: cause, sintomi e cura

Fai una domanda
La cheratite si caratterizza con un’infiammazione dell’occhio, localizzata al livello della cornea. Ne esistono due diversi tipi che differiscono per le loro cause.



Cause

Esistono diversi tipi di cheratite a seconda delle cause e degli strati della cornea che sono stati colpiti. In caso di cheratite superficiale o ulcerosa, viene colpito solo il primo strato della cornea. Questo tipo di cheratite è dovuto nella maggior parte dei casi ad un trauma fisico o chimico come: la presenza di un corpo estraneo, lenti a contatto non adatte, raggi ultravioletti, gas lacrimogeni, ecc. La cheratite superficiale può anche essere la conseguenza di un’infezione virale o di una una cattiva qualità delle lacrime. In effetti, quest’ultime se di cattiva qualità o troppo poco abbondanti rendono gli occhi secchi e non proteggono sufficientemente la cornea. Le cheratiti interstiziali o profonde colpiscono gli strati più profondi della cornea, come viene indicato dal loro nome. Le loro cause sono generalmente virali (come nel caso degli herpes) o allergiche.

Sintomi

Il principale sintomo della cheratite, quale che sia la causa, è un dolore intenso, spesso accompagnato da lacrimamenti, rossori e una diminuzione dell’attività visiva da parte dell’occhio colpito. Il dolore, inoltre, può anche rendere insopportabile la vista della luce (fotofobia).

Diagnosi

La cheratite viene individuata grazie all’aiuto di un collirio che permette di mettere in evidenza la presenza di lesioni sulla cornea. Quest’esame può altresì permettere all’oculista di rimuovere un eventuale corpo estraneo responsabile della cheratite.

Cura

La cura della cheratite dipende dalla sua causa. Una cheratite ulcerosa guarisce molto spesso nel giro di qualche giorno grazie ad un trattamento locale come: collirio, pomata, lacrime artificiali per alleviare il disturbo agli occhi secchi. In caso di forte dolore e di fotofobia, è bene indossare un cerotto per mantenere l’occhio chiuso e proteggerlo dalla luce. Un antibiotico o un antivirale locali inoltre sono prescritti per trattare una cheratite di origine infettiva. È altrettanto importante consultare un medico in maniera rapida per evitare delle complicazioni (ascessi, infezioni, ecc.).

Foto: © grib_nick - Shutterstock.com