Endoxan®: scheda tecnica

Fai una domanda
L’Endoxan® è un farmaco che contiene ciclofosfamide, sostanza antineoplastica ed immunomodulatrice utilizzata in chemioterapia nel trattamento adiuvante di alcuni cancri e in talune malattie infiammatorie autoimmuni.


Endoxan® compresse

L’Endoxan® si presenta come compresse rivestite contenenti 50 mg di cilofosfamide e sotto forma di polvere per soluzione iniettabile contenente 500 o 1000 mg di ciclofosfamide. Tale farmaco è indicato nel trattamento adiuvante della poliartrite reumatoide, di alcune forme gravi acute di Lupus Eritematoso Disseminato, nella granulomatosi di Wegenen, in nefropatie autoimmuni resistenti al trattamento con cortisonici, stati metastatici degli adenocarcinomi mammari, cancro bronchiale a piccole cellule, neuroblastoma, mieloma multiplo, linfomi maligni Hodgkin e non Hodgkin, leucemie acute e leucemie linfoidi, sarcomi, cancro dell’ovaio, seminoma e carcinoma embrionario del testicolo e cancro della vescica. Può, inoltre, essere utilizzato a dosi elevate nella preparazione all’allo ed autotrapianto midollare.

Controindicazioni

Endoxan® è controindicato nelle persone ipersensibili alla ciclofosfamide, nella donna e nell’uomo in età fertile che non utilizzano metodi contraccettivi, nella donna incinta o che allatta. Questo farmaco non deve essere somministrato a pazienti con severa insufficienza midollare e a soggetti immunodepressi. Inoltre, è controindicato in persone affette da disturbi urinari acuti o emorragici e deve essere prescritto con cautela in pazienti deboli, persone trattate con radioterapia , soggetti anziani, diabetici, insufficienti epatici o renali. L’Endoxan®, infine, non deve essere associato a vaccini viventi attenuati, in particolare al vaccino contro la febbre gialla e ad alcuni farmaci come immunosoppressori e fenitoina.

Effetti collaterali

Nel corso di trattamento con Endoxan® sono stati riportati effetti collaterali come nausea, vomito, diarrea, mucositi, ipersensibilità alla ciclofosfamide con febbre, vertigini con disturbi della visione, alopecia (che può essere prevenuta e limitata con un casco refrigerante o un laccio emostatico applicati durante l’infusione del farmaco), disturbi polmonari, disturbi della pigmentazione delle unghie, delle mani e della pianta dei piedi, azospermia o amenorrea (che può divenire definitiva), disturbi epatobiliari (ittero, epatite, movimento delle transaminasi), aumento della secrezione dell’ormone antidiuretico, aumento del rischio di comparsa di tumori secondari, disturbi urinari emorragici e cardiotossicità a forti dosi. In rari casi, si è riscontrata pancreatite acuta, sindrome da toxidermia sclerosante e Sindrome di Stevens Johnson.

Prezzo e posologia

La posologia dell’Endoxan® è adattata ad ogni paziente e alla sua patologia da un oncologo. La forma iniettabile è soltanto ospedaliera e deve essere preparata in particolari condizioni di asepsi in una unità di ricostituzione di farmaci citotossici. Le compresse sono riservate a pazienti autoimmuni che necessitano di un trattamento a basse dosi. Si raccomanda di lavare le mani dopo aver toccato le compresse.
Il prezzo dell’Endoxan® si aggira attorno ai 15 euro.