Evista®: scheda tecnica del farmaco

Fai una domanda
Evista® appartiene alla classe farmacologica dei modulatori selettivi dei recettori estrogenici. A questo titolo è somministrato soprattutto per la prevenzione ed il trattamento dell’osteoporosi nelle donne in menopausa.


Pezzo e indicazioni

La somministrazione di Evista® permette di ridurre molto i rischi di fratture vertebrali nella donna con segni clinici di menopausa. Questo farmaco, somministrato per via orale, è generalmente usato sia nel trattamento di fondo volto a prevenire la comparsa di osteoporosi nelle donne con un rischio accresciuto, che nella terapia dell’osteoporosi già diagnosticata. La posologia indicativa è di 1 compressa al giorno, ed il suo costo si aggira attorno ai 20 euro.

Controindicazioni

L’Evista® è sconsigliato in caso di ipersensibilità al principio attivo o ad uno degli eccipienti contenuti nel farmaco, gravidanza, accidente trombo embolico venoso precedente o in evoluzione, trombosi venosa profonda, embolia polmonare, trombosi venosa retinica, insufficienza epatica, grave insufficienza renale, emorragia genitale non diagnosticata o cancro dell’endometrio.

Effetti collaterali

L’impiego di Evista® può determinare alcuni effetti collaterali di cui i più frequenti sono vampate di calore, mal di testa, disturbi gastroenterici (nausea, vomito, mal di pancia, dispepsia), sindrome influenzale, rash cutaneo o aumento della pressione arteriosa.

Evista®, fa ingrassare?

Molte donne si domandano se l’Evista® faccia ingrassare essendo un medicinale modulatore selettivo del recettore degli estrogeni. Ad oggi possiamo affermare che non esistano degli studi che dimostrino l’eventuale legame tra l’aumento di peso e l’assunzione di questo medicinale.

Principio attivo e precauzioni d’uso

Il principio attivo dell’Evista® è il raloxifene. Questo modulatore dei recettori estrogenici agisce selettivamente sulle differenti strutture tessutali abitualmente sensibili agli estrogeni, in questo modo ha un’attività agonista sull’osso, ma non sull’utero o sulle ghiandole mammarie. Ora, nella donna in menopausa la riduzione del tasso di estrogeni accresce il processo di riassorbimento osseo e di fatto il rischio di fratture ed Evista® permette di preservare la densità ossea e riduce il rischio di fratture vertebrali.