Monuril®: a cosa serve

Fai una domanda
Il Monuril® è un medicinale utilizzato per combattere la cistite passeggera. Di seguito la definizione, le indicazioni e gli effetti collaterali.


Monuril® per la cistite

Il Monuril® è un farmaco riservato a donne e adolescenti nel trattamento della cistite, affezione caratterizzata dall’infiammazione della vescica (nella maggior parte dei casi causata da batteri). Le donne sono più esposte degli uomini a questa patologia, poiché la loro uretra è più corta, cosa che favorisce il passaggio dei batteri in vescica. Il Monuril® si prescrive in caso di cistite acuta (cistite passeggera).

Indicazioni

Il Monuril® è indicato in donne e adolescenti affetti da cistite acuta. La sua somministrazione avviene per via orale e la sua forma si presenta come una soluzione da bere (bustine di granuli solubili).
Il trattamento consiste in un’unica assunzione lontano dai pasti, (per esempio dopo qualche ora tra un pasto e l’altro): versare il contenuto di una bustina in un piccolo bicchiere d’acqua e lasciare sciogliere il granulato prima di bere.
Si raccomanda l’assunzione del Monuril® lontano dai pasti, perché l’assunzione di cibo può rallentarne l’assorbimento.

Controindicazioni

Il Monuril®, non ha particolari controindicazioni, se non quello di evitarne l’assunzione da parte di soggetti che presentano ipersensibilità al suo principio attivo (la fosfomicina), o ad altre componenti. Inoltre, se ne sconsiglia l’assunzione nei soggetti affetti da problemi ai reni.

Effetti collaterali

Sono stati osservati alcuni effetti collaterali del Monuril®. In particolare si sono riscontrati disturbi gastro-intestinali (nausea,vomito, dolori addominali, diarrea) e reazioni cutanee (bolle, prurito). Questi effetti indesiderati, però sono relativamente benigni e scompaiono in generale automaticamente, senza bisogno di trattamento specifico.

Precauzioni d’uso

Il Monuril® è prescritto nel trattamento della cistite acuta. Se l’infezione urinaria persiste, o in caso di recidive, conviene eseguire esami complementari per diagnosticare un’infezione più complessa, che necessita di un trattamento adatto.

Monuril® in gravidanza

Durante i nove mesi di gravidanza può capitare che sovvengano delle infezioni urinarie e della cistiti. Questo fenomeno è del tutto normale a causa dei cambiamenti che il corpo di una donna subisce in questo periodo. Per combattere questo genere di disturbi si può ricorrere al Monuril® durante la gravidanza poiché non ci sono studi che dimostrino un'intolleranza particolare a questo farmaco durate la gestazione.


FOTO:© staras/123RF