0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Cosa portare in ospedale per il parto?

Cosa portare in ospedale per il parto? Cosa mettere nella valigia? Quando prepararla? Ecco qualche consiglio utile dal beauty case indispensabile ai pigiami più adatti all'allattamento fino all'outfit per l'uscita di mamma e bebè.


Cosa portare in ospedale per il parto? La valigia per l'ospedale deve essere preparata tra le 6 e le 4 settimane prima della data prevista per il parto.

  

Cosa portare in ospedale per il parto? Uno dei grattacapi più difficili da risolvere per le future mamme che si preparano al parto. Cosa mettere in valigia? Cosa lasciare? Cosa è davvero indispensabile? Per venire in aiuto alle donne in dolce attesa generalmente gli ospedali e le cliniche forniscono un elenco dettagliato di tutto ciò che si dovrà inserire nella borsa per affrontare la degenza post partum ma, per non dimenticarsi proprio nulla, è meglio documentarsi anche da sole. Ecco, quindi, alcuni consigli per non arrivare impreparate! 

In primo luogo le tempistiche. Attenzione a partire in anticipo preparando la borsa tra le 6 e le 4 settimane prima della data prevista per il parto, di modo da essere certe di avere il tempo che serve per lavare e preparare ogni cosa. Indispensabile, poi, preparare una cartelletta, ben ordinata, per radunare tutti i documenti, soprattutto la cartella clinica aggiornata con le visite effettuate durante la gravidanza. Il consiglio, in questo caso, è di riporre le carte accanto alla borsa di modo da non dimenticare nulla al momento della partenza per l’ospedale (che, con ogni probabilità, sarà un momento piuttosto concitato!). 


La valigia da portare in ospedale per il parto

Ed eccoci al contenuto vero e proprio. Si parte dalla cosiddetta “camicia del parto” che dovrà essere leggera, comoda e ampia di modo da garantire la massima libertà nei movimenti. Meglio sceglierla bianca per poterla poi candeggiare (conservandola come ricordo del grande giorno) e abbinarla a una piccola vestaglia e a un paio di pantofole comode per poter camminare nel corridoio dell’ospedale durante la fase del travaglio. Poi il beauty case che dovrà essere fornito di creme idratanti, saponi, deodorante e (senza esagerazioni!) di tutto ciò che prevede la propria routine di bellezza quotidiana con l’aggiunta di olio di mandorle dolci (o burro di karité) da utilizzare per la cura del seno quando ci sarà la monta lattea. Per il bebè, poi, serviranno almeno tre o quattro tutine leggere e dei body di cotone mentre per la mamma sarà indispensabile scegliere pigiami (o camice da notte) aperte sul busto che renderanno i primi allattamenti più semplici. 

Conclude la valigia un cambio per l’uscita dall’ospedale della mamma e del bambino. Qui il consiglio è di scegliere i capi con attenzione badando sia al comfort (indispensabile) che all’eleganza (fortemente consigliata): dopo giorni e giorni in camicia da notte e vestaglia, infatti, ogni mamma avrà il desiderio di sentirsi bella (e lo sarà senz'altro)!

Copyright foto: Fotolia

Il documento intitolato « Cosa portare in ospedale per il parto? » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.