0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Shiloh Pitt, Maddox e tutti i figli di Angelina Jolie in Cambogia (senza Brad)

In Cambogia per presentare They Killed My Father, Angelina Jolie si presenta sul red carpet accompagnata da tutti e 6 i figli: Shiloh Pitt rigorosamente vestita da uomo.

Shiloh Jolie-Pitt: in un’intervista a Vanity Fair Angelina svelò: “Mia figlia si sente un ragazzo”.


Senza fede al dito, ma con l’intera banda tutt’intorno. Angelina Jolie vola in Cambogia alla prima di They Killed My Father - il film basato sulle memorie di Loung Ung, la vittima del regime dei Khmer Rossi con cui ha scritto la sceneggiatura - e ai fotografi di mezzo mondo regala una silhouette-post-divorzio con qualche chilo in più e la varietà variegata della sua prole che di cognome fa Jolie-Pitt ma arriva dai quattro angoli del mondo.

C’è il 15enne Maddox, adottato in un orfanotrofio cambogiano nel 2002 quando aveva poco più di un anno - "Mi ha aiutato ad aprire gli occhi su quello che stava succedendo nel mondo” ha dichiarato l’attrice a People, fugando ogni dubbio a proposito del film: “Ho voluto raccontare la storia di una famiglia attraverso gli occhi di un bambino, per mostrare la bellezza del paese e capire ciò che i genitori di Maddox possono aver attraversato” - e ci sono il 13enne Pax, adottato da un orfanotrofio di Ho Chi Minh, in Vietnam e la 12enne Zahara, originaria dell'Etiopia, entrata nel clan nel 2005. Completano il quadro i figli naturali: Shiloh, dieci anni e i due gemelli di otto anni Vivienne e Knox e, proprio su di loro si concentrano gli occhi del mondo.

Su Shiloh in particolare, la biondina dai capelli rasati da un lato, vestita, come capita ormai da anni, da maschio, con giacca, gilet e pantaloni, secondo il suo stile preferito: “Io non forzerò mai nessuno dei miei figli ad essere quello che non è - aveva dichiarato in un’intervista a Vanity Fair del 2010 -. La lasciamo libera. Noi rispettiamo le sue scelte". Non solo le rispettano, le incoraggiano: "Mia figlia si sente un ragazzo. Per questo le abbiamo tagliato i capelli. Ama vestirsi da uomo, vuole essere come i suoi fratelli". Brad aveva aggiunto: "Finora l’avevo sempre chiamata “Shi”, ma lei continuava a interrompermi e a chiedermi di chiamarla John". Insomma, in pieno stile Jolie-Pitt, diverso, magari transgender, è bello.

Immancabile, la curiosità per la vita sentimentale di Angelina dopo il divorzio che ha fatto tremare le certezze di Hollywood: “È un argomento di cui non voglio parlare molto", ha dichiarato a gambe incrociate e lacrime trattenute a stento in un’intervista alla BBC. “È stato un momento molto difficile per me, ma siamo una famiglia e lo saremo sempre. Sto lavorando affinché dopo aver superato questo momento saremo una famiglia più forte e più unita. Tutti attraversano un momento difficile e il mio focus ora sono i miei figli, i nostri figli, e trovare un modo per superare questo momento. Siamo e saremo sempre una famiglia. Mi sto impegnando perché questo ci faccia diventare più forti e più uniti". Così sia, anche se non vissero felici e contenti, la favola dei (furono) Brangelina continua: lo scettro è appena passato ai Jolie-Pitt.

Copyright foto: Kika Press

Il documento intitolato « Shiloh Pitt, Maddox e tutti i figli di Angelina Jolie in Cambogia (senza Brad) » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.