Inegy®: effetti collaterali ed indicazioni

Fai una domanda
Inegy® è un farmaco ipolipemizzante, che permette cioè di ridurre il tasso di colesterolo nel sangue. È dunque consigliato in alcuni pazienti con ipercolesterolemia. Eccone indicazioni ed effetti collaterali


Indicazioni

Inegy® è prescritto a pazienti che abbiano un antecedente di Sindrome Coronarica Acuta (SCA) e che abbiano effettuato o meno un trattamento con statine. È inoltre consigliato come trattamento adiuvante nel quadro di un’ipercolesterolemia primaria, di una dislipidemia mista o ancora di un’ipercolesterolemia familiare omozigote.
Questo farmaco va necessariamente associato ad un adatto regime dietetico ipolipemizzante.

Controindicazioni

La somministrazione di Inegy® è decisamente sconsigliata in caso di ipersensibilità alla sostanza attiva o ad uno degli eccipienti del farmaco, di patologia epatica in evoluzione, aumento delle transaminasi, gravidanza, allattamento, in associazione con farmaci inibitori del citocromo P450 3A4 (CYP3A4), in associazione con altri farmaci (gemfibrozil, ciclosporina, danazolo) o in associazione con lomitapide in pazienti che hanno un’ipercolesterolemia familiare omozigote.

Effetti collaterali

Ad un dosaggio adeguato l’assunzione regolare di Inegy® determina rari effetti collaterali, tra i quali aumento degli enzimi epatici (AST, ALT), dolori muscolari, cefalea, stordimento, disturbi gastro-enterici o reazioni di ipersensibilità.

Sostanze attive e precauzioni

Inegy® associa l’ezetimibe e la simvastatina (due sostanze attive), che per le loro azioni complementari inibiscono il processo di assorbimento del colesterolo e dei fitosteroli apparentati nell’intestino e riducono la sintesi endogena di colesterolo. La somministrazione di Inegy® necessita di un controllo medico regolare per determinarne l’efficacia e l’innocuità sulla funzione epatica.