0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Navelbine®: scheda tecnica

La Navelbine® appartiene alla classe farmaceutica degli alcaloidi della Vinca ed il suo principio attivo è il Vinorelbina Bitartrato. Questo farmaco è utilizzato nel quadro terapeutico di alcuni cancri del polmone e del seno. Il formato è disponibile in capsule molli da 30 mg o in soluzione iniettabile. Il prezzo può variare tra i 110 e i 170 euro.

Indicazioni

Somministrato in pazienti di più di 18 anni, la Navelbine® può essere impiegato come trattamento anti canceroso nel cancro del polmone non a piccole cellule e nel cancro del seno metastatizzato. Può essere utilizzato in monoterapia o in associazione con altri farmaci.
Secondo l’indicazione e l’obbiettivo terapeutico cambiano posologia e via di somministrazione. In commercio la Navelbine® è disponibile come capsule molli per la somministrazione orale e come soluzione iniettabile.

Controindicazioni

Il Navelbine® è controindicato in situazioni di ipersensibilità alla sostanza attiva o ad uno degli eccipienti del farmaco, ipersensibilità ad altri alcaloidi della Vinca, in caso di numero di granulociti neutrofili inferiore a 1500/mm3 o numero di piastrine inferiore a 100.000/mm3, infezione severa o in associazione all’inoculazione del vaccino contro la febbre gialla.

Vinorelbina: effetti collaterali

Gli effetti collaterali del Navelbine® possono essere disturbi gastro intestinali (stomatite, nausea, vomito, costipazione, diarrea), aumento degli enzimi epatici, turbe ematologiche (anemia, piastrinopenia), artralgie, disturbi generali (astenia, stanchezza, febbre, dolori) o accresciuta sensibilità ad infezioni batteriche, virali e/o micotiche .

Vinorelbina e precauzioni d’impiego

Navelbine® contiene bitartrato di Vinorelbina. Questo antineoplastico citostatico è efficace in certe forme di cancro perché provoca la morte cellulare in uno stadio preciso della mitosi (divisione cellulare). L’impiego di questo farmaco va fatta sotto sorveglianza di un medico specialista (oncologo) che provvederà a far effettuare analisi ematologiche regolari prima di ogni nuova somministrazione del farmaco.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo