Natispray®: scheda tecnica

Fai una domanda
Natispray® è un farmaco vasodilatatore utilizzato per alleviare le crisi di angor. La sua somministrazione si effettua oralmente tramite una pompa che nebulizza il medicinale sotto la lingua.


Indicazioni

Principalmente prescritto nel trattamento sintomatico delle crisi di angor, Natispray® può essere impiegato anche a scopo profilattico per evitare una crisi prevedibile. In certi casi questo farmaco, che si somministra per nebulizzazione orale, può essere utilizzato in associazione con altri farmaci nel quadro della terapia dell’edema polmonare acuto. La posologia abituale dipende dall’indicazione terapeutica.
Abitualmente il dosaggio consigliato nel trattamento curativo della crisi di angina è di una nebulizzazione, ripetibile ancora una volta nello spazio di 2-3 minuti.

Controindicazioni

Natispray® è controindicato in caso di ipersensibilità alla sostanza attiva o ad uno degli eccipienti del farmaco, ipotensione severa, stato di choc, trattamento a base di sidenafil (Viagra), cardiomiopatia ostruttiva, ipertensione endocranica, infarto inferiore del miocardio con estensione al ventricolo destro, gravidanza o allattamento.

Effetti collaterali

Nei pazienti in trattamento con Natispray® sono spesso riportati effetti collaterali come mal di testa, nausea e/o vomito, ipotensione arteriosa associata o non a tachicardia riflessa, sensazioni urticanti nella sede di nebulizzazione.

Natispray® sublinguale e principio attivo

Il principio attivo contenuto nel Natispray® è la trinitrina. Si tratta di un derivato nitrato dotato di varie attività perché permette di ridurre il fabbisogno di ossigeno del muscolo cardiaco e di aumentare l’apporto di ossigeno al muscolo stesso. La somministrazione sublinguale del farmaco garantisce un effetto rapido del farmaco. È d’obbligo rispettare i dosaggi prescritti dal medico, perché un’assunzione massiva può avere un effetto importante sulla salute. In caso di severa intossicazione è necessario il ricovero ospedaliero.