Mimpara®: indicazioni, posologia ed effetti indesiderati

Fai una domanda
Mimpara® è un medicinale appartenente alla classe terapeutica dei medicinali dell’equilibrio calcico e degli agenti antiparatiroidei. A base di cloridrato di cinacalcet, la sua forma è quella di compresse rivestite.


Indicazioni

Mimpara® è indicato nel trattamento di iperparatiroidismo secondario nei pazienti in dialisi colpiti da Insufficienza Renale Cronica Terminale (IRCT), nell’ipercalcemia, nei soggetti colpiti da carcinoma paratiroideo, e nell’ipercalcemia nei pazienti colpiti da iperparatiroidismo primario, ma in cui la patatiroidectomia non è indicata.

Controindicazioni

Mimpara® è controindicato nei pazienti ipersensibili al suo principio attivo o agli accidenti che compongono questo medicinale. A causa della presenza di lattosio il farmaco non dev’essere somministrato a soggetti intolleranti o che soffrono di una sindrome da malassorbimento. Inoltre, il Mimpara® è controindicato durante la gravidanza e l’allattamento e dev’essere assunto con precauzione dai soggetti che soffrono d’insufficienza epatica o cardiaca.
L’associazione con altri farmaci dev’essere fatta sotto stretta sorveglianza medica, in particolare in caso di assunzione di anticoagulant orali derivati della warfarin, gli antidepressivi triciclici, le benzodiazepine, alcuni antibiotici, agenti antifungini azolici, antiretrovirali e gli immunosoppressori.

Effetti indesiderati

Se si assume il Mimpara® si può essere colpiti da effetti indesiderati come astenia, disturbi digestivi (nausea, vomito, dolori addominali, dispepsia, costipazione o diarrea), disturbi alimentari (anoressia), disturbi degli elettroliti (ipocalcemia, iperkaliemia), disturbi cutanei, dolori muscolari ed ossei (mialgie, spasmi muscolari, parestesia), disturbi ormonali (diminuzioni del tasso di testosterone), ipotensione, vertigini, cefalea, epilessia, disturbi cardiaci (insufficienza cardiaca) e disturbi respiratori (tosse, dispnea, infezione delle alte vie respiratorie).

La posologia è adattata alla patologia e alla calcemia di ogni paziente. Il trattamento dev’essere prescritto da un medico specializzato.