Xarelto®: indicazioni e controindicazioni

Fai una domanda
Lo Xarelto® (venduto in compresse rivestite con film da 10 mg) è un medicinale il cui principio attivo è il Rivaroxaban, prescritto con Ricetta RNRL, cioè una ricetta limitativa, che va rinnovata di volta in volta.


Definizione

Xarelto® è il nome di un farmaco in cui il Rovaroxaban è il principio attivo, ed appartiene ad una nuova famiglia di medicinali anticoagulanti orali il cui obbiettivo è d’impedire la formazione di grumi inibendo in maniera selettiva un enzima specifico della coagulazione. Lo Xerelto® è prescritto anche per prevenire accidenti tromboembolici venosi in vista di un intervento chirurgico dell’anca o del ginocchio.

Controindicazioni

lo Xarelto® non va assunto in caso di emorragia importante e nel caso di una patologia epatica associata ad un disturbo della coagulazione. Questo medicinale è controindicato durante la gravidanza e l’allattamento.

Avvertenze

I pazienti che soffrono d’insufficienza renale importante, di ipertensione arteriosa, insufficienza epatica, ulcera gastrica o duodenale o dei disturbi della coagulazione, devono far prova di prudenza poiché sono più esposti al rischio di emorragia. È qualche volta necessario effettuare un controllo di emoglobina nel sangue.

Emorragia

L’eventuale comparsa di emorragie (come quelle che possono presentarsi a livello del naso o delle gengive, di una piaga, nelle urine, feci rosse e nere, macchie anormali della pelle, lividi) richiedono un immediato consulto medico. Bisogna, inoltre, tenere a mente che l’aspirina e tutti i prodotti che contengono il suo principio attivo, venduti senza ricetta aumentano il rischio emorragico. Si consiglia fortemente di assumere altri medicinali durante il trattamento con lo Xarelto®.
Il consumo di alcol è sconsigliato durante il trattamento.

Interazione con altri medicinali

Lo Xarelto può interagire con medicinali che contengano aspirina, degli antinfiammatori non stridei o della ticlopidina, aumentando così il rischio di emorragia. È indispensabile prevenire il proprio medico in caso di assunzione di un farmaco antimicotico, contenente ketoconazolo, itraconazolo, voriconazolo, posaconazolo, ma anche medicinali appartenenti alla famiglia degli antiproteasi o contenenti rifampicina, fenitoina, hypericum, fenobarbital, carbamazepina.

Effetti indesiderati

Tra gli effetti indesiderati possono presentarsi emorragia, anemia, nausea, aumento delle transaminasi e più raramente vertigini, mal di testa, diarrea o costipazione, dolori addominali, prurito, bocca secca, difficoltà di digestione e malesseri.