Spirale Mirena: effetti collaterali

Fai una domanda
Mirena è un dispositivo intrauterino, chiamato comunemente IUD, in plastica morbida a forma di T che misura circa 3cm. Come tutti gli anticoncezionali, la spirale può avere effetti collaterali, anche gravi. Ecco di che si tratta.


Effetti collaterali frequenti

Gli effetti collaterali di frequente osservati su circa 10 donne su 100 sono mal di teta, dolori addominali, gonfiore addominale, irregolarità del ciclo mestruale, come spotting (sanguinamenti tra le mestruazioni), ciclo mestruale più o meno abbondante, prolungato o di breve durata, amenorrea, perdite vaginali o infiammazione della vulva o della vagina. Si aggiungono stati depressivi, episodi di nervosismo, abbassamento della libido, emicrania, nausee, acne e irsutismo, dolori dorsali, mestruazioni dolorose, cisti ovariche, dolori al seno, aumento di peso e la possibilità di espulsione, completa o parziale, di Mirena.

Effetti indesiderati rari

Gli effetti indesiderati che raramente possono manifestarsi sono prurito, eczema, perdite di capelli, infezioni degli organi genitali superiori, infiammazione del collo dell’utero, modifica benigna del raschiamento cervicale, cloasma o iper pigmentazione della pelle, edema. Sono stati osservati anche casi di preformazione dell’utero, manifestazioni allergiche, come orticaria, asma o edema di Quincke ma anche aumento della pressione arteriosa, setticemia dopo l’inserimento del dispositivo o cancro al seno.

Avvertenze

Malgrado la presenza della spirale Mirena, è tuttavia possibile un seppur basso rischio di gravidanze indesiderate.


Foto: © fancytapis- 123RF

Potrebbe anche interessarti