Villa PNK: dalla casa di campagna alla residenza di lusso eco-friendly

Fai una domanda

Un antico casolare di campagna si è trasformato in un'avveniristica villa all'insegna dell'ecosostenibilità e dell'autosufficienza energetica.

La casa di campagna è stata trasformata nella villa PNK grazie al lavoro dell'architetto Michelangelo Olivieri. © Peppe Volpe per m12D


Siamo a Castel Del Monte, nella Puglia in provincia di Bari dove grazie al lavoro dello studio m12 AD guidato dall’architetto Michelangelo Olivieri, un antico casolare di campagna si è trasformato nell'innovativa villa PNK, una residenza privata di lusso e perfettamente ecostenibile: non solo in equilibrio con l’ambiente circostante ma anche autosufficiente a livello energetico.


Leggi anche: Una casa ecologica: mini glossario  

Soggiorno: il fulcro dell'home living

Il soggiorno della villa ristrutturata in pieno equilibrio con l'ambiente circostante. © Peppe Volpe per m12D


Villa PNK è un grande open space, "uno spazio fluido - sottolinea Michelangelo Oliveri -, ambienti quasi liquidi che confluiscono in una grande stanza centrale, illuminata da un grande lucernario, il vero e proprio cuore della casa”. Il pavimento è di parquet, l'arredamento è di design e il simbolo del focolare domestico è il termo camino, alternativa ecosostenibile al riscaldamento a pavimento.


Leggi anche: Stufe senza canna fumaria: prezzi, modelli, vantaggi

Sala da pranzo: convivialità all'aperto

La sala da pranzo della villa che è un grande open space. © Peppe Volpe per m12D


Luminosa, definita da un ampio tappeto secondo i dettami dell'interior design, illuminata dalle finestra terra cielo prive di tende, la sala da pranzo non è che una porzione dell'open space dove la luce e la natura all'esterno giocano un ruolo fondamentale nell'arredamento, creando lo scenario di tutti gli ambienti. 

Arredamento: bianco e design essenziale

La cucina, come il resto della casa è bianca. © Peppe Volpe per m12D


Nel ristrutturare l'antico casolare, oltre all'attenzione alla sostenibilità ambientale, l'architetto Olivieri si è concentrato sulla composizione architettonica: "senza modificare le murature portanti preesistenti, l’ossatura principale dell’abitazione, abbiamo provveduto quindi al rafforzamento strutturale con putrelle in acciaio e all’apertura di fori diventati vetrate e lucernari". Per amplificare l'effetto luminoso i muri sono dipinti di bianco e l'arredamento moderno e di design è caratterizzato da linee minimal ed essenziali.


Leggi anche: Pareti colorate: idee per tutte le stanze

Cucina a isola: convivialità liquida

Anche la cucina a isola è affacciata alla zona living.  © Peppe Volpe per m12D


Abitata da una giovane famiglia con due figli, villa PNK regala una convivialità liquida: affacciata alla zona living dell'open space la cucina a isola realizzata in legno rivestito in resina naturale da artigiani locali abbina il massimo della tecnologia al meglio del made in Italy. A proposito di ecosostenibilità, la villa recupera l’acqua piovana e produce acqua calda grazie a collettori solaripannelli fotovoltaici.  

La cucina con penisola

La cucina presenta anche una penisola dedicata alla convivialità. © Peppe Volpe per m12D


Se nell'isola della cucina si concentra la parte operativa, nella penisola c'è spazio per la convivalità della famiglia: il bancone incornicia l'ambiente declinandosi, all'esigenza, a piano di lavoro. A spezzare la cucina bianca il rovere che riveste la parete di fondo: un escamotage per amplificare la percezioni dei volumi e dare un tocco country chic all'ambiente.  

Porte scorrevoli come muri

Una porta scorrevole divide la zona giorno da quella notte. © Immagini Peppe Volpe per m12D


A separare le zone della casa ci sono porte scorrevoli e una parete continua,  dov'è integrato il sistema tv e il camino, che divide la zona giorno da quella notte. Le porte però, si trasformano in vere e proprie opere d'arte, rivestite da carta da parati ad hoc.


Leggi anche: Foliage: dalla carta da parati ai tessuti, decorazioni di tendenza

Camera da letto: equilibrio feng shui

Design essenziale nella camera da letto © Peppe Volpe per m12D


La camera da letto è essenziale, di un equilibrio ispirato al feng shui: ad arredarla è la luce che entra dagli infissi in alluminio muniti di camera d’aria interna ad argon che crea una barriera agli agenti atmosferici: che nevichi, piova o ci sia il sole dell'estate, godersi lo spettacolo della natura dal letto è uno spettacolo 365 giorni all'anno.

Bagno piccolo, spazi ottimizzati

Il bagno piccolo ottimizza. © Peppe Volpe per m12D


Il bagno piccolo è arredato senza lasciare nulla al caso: ogni minimo centimetro è ottimizzato all'insegna del rigore geometrico e dell'essenzialità. I mobili sono in legno rivestiti di resina naturale, il lavabo da incasso, doppio, e un'unica vasca stretta e lunga.


Leggi anche: Bagno piccolo: soluzioni per sfruttare lo spazio

La doccia a filo pavimento

La doccia a filo pavimento. © ee


Wc, bidet e doccia sono ubicati in un'area separata del bagno, insieme alla doccia in muratura, a filo pavimento. Il legno rivestito in resina assume le sfumature del grigio, tonalità trendy per pitturare casa secondo gli ultimi dettami dell'home decor.  

Potrebbe anche interessarti