Attacchi di fame? Ecco i 10 snack light da ufficio

Fai una domanda
Lo spuntino può essere sano, dietetico e proteico, così gustoso da tenere lontane le tentazioni di macchinette e i distributori in ufficio. Ecco qualche idea golosa per degli snack light conro gli attacchi di fame.

Basta stare attenti agli ingredienti e scegliere alimenti preparati a casa per salvare la linea dagli attacchi di fame con degli snack light.


Alla scrivania, in pausa caffè o persino in ascensore. Quando arrivano gli attacchi di fame in ufficio, per sfuggire è meglio trovare una buona via di mezzo. Quale? Snack light e gustosi, che non facciano rimpiangere spuntini meno sani e certamente più calorici.

Di solito la scelta, per quanto variegata, sembra optare per frutta, gallette di riso, qualche nocciolina (rigorosamente senza sale). Niente di più sbagliato. Perché per evitare di farsi tentare dal pacchetto di patatine o dalla brioche al cioccolato, servono alternative all'altezza.

Da accompagnare ad acqua o tisane alle erbe, sono fondamentali per sostenere la capacità di concentrazione e calmare il languore tra i pasti principali (evitando quindi di assumere troppe calorie a pranzo o a cena). Eccone dieci, adatte a tutti i gusti, le disponibilità di tempo e tutte le abilità ai fornelli.

Copyright foto: Fotolia

Patatine light

La tentazione del pacchetto di chips è forte. Ma le alternative sane esistono.


Se a tentarvi è il delizioso pacchetto di patatine, la soluzione è una sola. Regalarvi delle deliziose patatine - non fritte e non necessariamente di patate. Eppure incredibilmente golose. Basta preriscaldare il forno a 180° e mettere su una placca oliata delle chips sottilissime di verdure. Che possono essere carote, zucchine, zucca. Ma anche cavolo riccio, ravanelli e melanzane.

Copyright foto: Fotolia

Ceci

Ceci, che passione. Sono ottimi per uno snack sano e gustoso.


Quando ci prende la voglia irrefrenabile di sgranocchiare qualcosa di saporito, le macchinette sono una grande tentazione. Meglio offrire agli occhi, prima ancora che allo stomaco, qualcosa che possa reggere la concorrenza.

Ecco allora che i ceci al forno sono degli snack golosissimi, provare per credere. Basta usare quelli precotti, sciacquarli ripetutamente sotto l'acqua e asciugarli per bene con un panno da cucina. Poi, messi su una teglia coperta di carta forno e ben oliata, passarli al forno preriscaldato a circa 180°, con un nuovo filo di olio sopra. Vanno rigirati spesso e tolti dal forno quando risultano croccanti. A seconda dei gusti, si può aggiungere, una decina di minuti prima di essere tolti dal forno, anche un ingrediente che dia sapore e sostituisca il sale: sesamo, parmigiano, limone, peperoncino, paprika oppure miele e cannella.

Copyright foto: Fotolia

Edamame

Sono i fagioli giapponesi: gli edamame si mangiano come gustoso spezza fame.


Fagioli come spuntino? In effetti è l'uso che spesso ne viene fatto in Giappone. Il motivo è semplice, con il loro sapore delicato e l'aspetto verde brillante, gli edamame sono un goloso e piacevole spezza-fame.

Se comprati freschi, si possono cuocere al vapore con il baccello. Altrimenti, se surgelati, sono già sgranati e basta saltarli in padella e condirli con limone.

Copyright foto: Fotoli

Popcorn

Veloci, leggeri e sani. i popcorn fatti in casa sono lo snack perfetto per l'ufficio.


Niente contenitori pesanti da mettere in borsa e neppure lunghe preparazioni. I popcorn fatti in casa sono semplici, veloci, e risolvono il problema di chiunque abbia un buco nello stomaco.

Per chi non li avesse mai fatti, la preparazione è questa: messo un goccio di olio di semi in una padella antiaderente, si pone sul fuoco, si versa una manciata di semi di mais e si copre tutto. Appena si sente scoppiettare si scuote la padella, sempre chiusa. Quando il rumore finirà, i popcorn saranno pronti.

Se lisci non sono abbastanza ghiotti, si può aggiungere del parmigiano, origano, curry oppure paprika. Dolci? Bastano zucchero, miele, burro di arachidi, cannella oppure del cioccolato fondente fuso. Ma occhio alle calorie.

Copyright foto: Fotolia

Cetriolo

Il cetriolo è perfetto per uno spuntino sano e senza sensi di colpa. Basta condirlo, oppure accompagnarlo a formaggio magro.


Il cetriolo non apporta calorie, ma ha anche un sapore neutro, che si accompagna bene a tante preparazioni. E riempie lo stomaco per bene, quando serve.

Chi ha poco tempo può frullare a casa dello yogurt con limone e menta, e intingere i bastoncini di cetriolo. Oppure condirli con pepe, poco sale, limone e erbe o spezie a piacimento, per una insalata originale da spiluzzicare senza paura. Infine, dei piccoli sandwich con pane integrale, cetrioli a fettine e formaggio magro spalmabile sono l'ideale per chi ha bisogno di qualcosa di più sostanzioso per arrivare a fine giornata.

Copyright foto: Fotolia

Macedonia di verdura

In un tupperware si possono conservare per bene le verdure da portare in ufficio.


Non a tutti piace il sapore dolce della macedonia classica, o alla frutta si preferisce la verdura. Ecco quindi che sarà semplicissimo mettere in un contenitore della verdura di stagione, lavata e tagliata, pronta per essere agguantata quando si ha fame.

I grandi classici sono carote, pomodori ciliegini, finocchio, cetrioli, insalata belga, ravanelli, barbabietola, zucchine appena scottate, sedano. Il condimento? Basta dell'avocado schiacciato con limone e un pizzico di sale per avere in pochi minuti un originale, saporito e colorato pinzimonio da viaggio.

Copyright foto: Fotolia

Macedonia di frutta

Grande classico per chi vuole fare un break sano, la frutta.


Mangiare la frutta tra un pasto e l'altro è un'abitudine sana e gustosa. Ma alla lunga rischia di essere noiosa o ripetitiva. Per aggiungere qualche ingrediente originale alla frutta di stagione, basta pensare a qualche chicco di melograno, del cocco grattugiato (mezzo cucchiaino), la buccia di limone, delle foglie di menta. Altre alternative sono qualche spezia come i chiodi di garofano e la cannella, o ancora dello yogurt bianco naturale, del miele e in alternativa, se proprio non si resiste, dei pezzettini di croccante fatto in casa.
 
Copyright foto: Fotolia

Granola

Le noci sono molto indicate per uno spuntino in ufficio. Perché non creare il proprio mix?


Noci, portarici di salute. Qualche variante a mandorle e gherigli, però, è giusto concedersela, per evitare di cadere nella tentazione delle macchinette. La preparazione non è velocissima, ma dura abbastanza (due-tre settimane, meglio in frigo) e toglie con piacere i sensi di colpa.

Basta mescolare, in una ciotola, mezzo chilo tra fiocchi d'avena, kamut o farro con della frutta secca, dalle noci alle mandorle spezzettate. In una pentola si fanno bollire 100 ml di acqua con un pizzico di sale, 2 cucchiai di zucchero di canna e altrettanti di olio, 4 cucchiai di miele. Si mischiano i due composti e si stende su una placca da forno rivestita, come fosse un croccante. Va subito in forno già caldo a 150°, per 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. A questo punto se si vuole si può aggiungere della frutta disidratata, altrimenti si termina l'asciugatura per altri 20 minuti. E si spezzetta a piacere, prima di mettere la granola in borsa e scappare in ufficio. Un po' lungo, ma vale l'attesa.

Copyright foto: Fotolia

Yogurt

Lo yogurt è buono e comodo per uno spuntino pomeridiano alla scrivania.


Pronto così com'è, è già perfetto. Lo yogurt, specie un vasetto di quello bianco, è un evergreen della scrivania. Ma, bando alla noia, si possono creare tante varietà.

Basta unire un ingrediente a scelta, ogni giorno diverso: frutta fresca, miele, noci, ma anche del succo di limone, mandarino o arancia, dei pezzetti di cocco, dell'acqua di rose, delle foglie di menta, del caffè, della cannella, del cioccolato solubile, un poco di marmellata. Ottime anche della chia o quinoa cotte in precedenza.

Copyright foto: Fotolia

Barrette di cereali

Le barrette che si trovano alle macchinette si possono fare anche a casa.


Preparare delle valide alternative alle barrette, con noci o cioccolato, che si trovano ai distributori automatici è possibile. Serve solo un poco di tempo.

La ricetta è abbastanza semplice: si mescolano in un pentolino, a fuoco basso, 50 gr di zucchero di canna e 70 gr di miele. Si uniscono 30 gr di riso soffiato, 100 gr di cereali e 50 di frutta secca tritata: un mix di noci, semi di zucca, chia, semi di sesamo, fiocchi d'avena, uva sultatina, quello che piace. Si mescola finché non inizia a caramellare, dopodiché si può aggiungere della frutta disidrata e girare ancora un quarto d'ora. Quindi si trasferisce su una teglia coperta di carta da forno, si livella e si divide in barrette. Che, una volta raffreddate, saranno perfette da portare al lavoro.

Copyright foto: Fotolia