Insulina: valori e definizione

Fai una domanda
L’insulina è un ormone che regola i livelli di glucosio presenti nel sangue. L’esame del sangue dell’insulina consente di definire eventuali patologie correlate alla sua iposecrezione o ipersecrezione.



Cos’è l’insulina

L’insulina è un ormone ipoglicemizzante secretato dal pancreas. L’insulina è incaricata di mantenere un tasso normale di glucosio nel sangue e di permettere, al contempo, che le cellule muscolari possano assorbile zucchero. In gergo medico si definisce insulinemia la quantità di insulina presente nel sangue. Ingerire alimenti nell’organismo provoca immediatamente una produzione di insulina.

L'importanza dei valori dell'insulina

L’analisi dell’insulina nel sangue consente di diagnosticare patologie come l’ipoinsulinemia (insulina bassa nel sangue) o come l’iperinsulinemia (insulina alta nel sangue) nel contesto patologico diagnosticato di diabete, insulinoma (tumore al pancreas) o ipoglicemia.

Da non dimenticare che il diabete di tipo 1 (diabete insulino dipendente) corrisponde ad una carenza di insulina nel sangue, mentre il diabete di tipo 2 corrisponde ad un aumento di glicemia, e non è insulina dipendente. Il terzo tipo di diabete più frequente è il diabete gestionale che si riferisce al diabete diagnosticato in donne in gravidanza.
Effettuare analisi del sangue alla ricerca dell’insulina consente di comprovare l’equilibrio glicemico nell’organismo tra differenti pazienti, analizzando la capacità di secrezione del pancreas e orientare la diagnosi sul tipo di diabete trovato.

Valori normali di insulina nel sangue

Il livello di insulina nel sangue deve porsi tra i 5 e i 25 micrU/ml. I valori di riferimento si adattano al paziente a seconda della sua età, del sesso e della modalità di analisi del laboratorio. Nel caso di soggetti diabetici che presentano un valore basso di insulina nel sangue, devono regolamentare questo ormone con iniezioni (in maniera sistematica): si parla di diabete di tipo 1 che mira a regolare il tasso di glicemia nel sangue. Mentre in caso contrario si parla di valori alti di insulina nel sangue.

Insulina e diabete

Il risultato delle analisi sanguigne di insulina presenta valori superiori o inferiori al livello normale, a seconda del tipo di diabete. L’analisi della curva dell’insulina, chiamata anche esame di peptide C di insulina, deve essere comparato con quello della glicemia per poter porre le basi per una diagnosi.

Il diabete di tipo 1, come già accennato, si caratterizza con una glicemia elevata, ossia, un livello basso di insulina nel sangue. Al contrario, il diabete di tipo 2, il livello di insulina presente nel sangue è normale o elevato. In caso di insulinoma, il livello di insulina è normale o poco elevato, e si abbassa la glicemia.

Negli anziani, più resistenti alla secrezione d’insulina, generalmente si trovano livelli insulinici più alti. Per tali ragioni, gli anziani sono propensi a manifestare disturbi del metabolismo che hanno come conseguenza l’accumulo di grassi e il deterioramento della parete delle arterie.

Avvertenze

L’analisi sanguigna dell’insulina non può confermare una diagnosi. Il risultato delle analisi dell’insulinemia, infatti, è soggetto a variazione a seconda delle tecniche utilizzate in laboratorio. Pertanto, i risultati non costituiscono una diagnosi definitiva. Sarà il consulto del medico a prevedere eventuali esami complementari o un possibile trattamento del caso.


Foto: © thunderstock - 123RF