Arimidex®: indicazioni ed effetti collaterali

Fai una domanda
Arimidex® contiene dell’anastrozolo, un principio attivo utilizzato nella cura del cancro al seno di donne in menopausa.



Indicazioni

Arimidex® è indicato nel trattamento del tumore al seno in soggetti che sono già entrati in menopausa. Questo farmaco è commercializzato sotto forma di compresse bianche e circolari. La posologia di Arimidex® raccomandata è di 1mg, una compressa al giorno. Il trattamento è generalmente effettuato su lungo periodo e può durare per anni. L’azione principale dell’anastrozolo consiste nel ridurre il tasso di estradiolo, un ormone che interviene nello sviluppo del seno. Diversi studi clinici hanno dimostrato, in merito, che la riduzione del tasso di estradiolo aumenterebbe le possibilità di guarigione dal cancro al seno.

Controindicazioni

Arimidex® è riservato esclusivamente a donne adulte e non può essere prescritto ad adolescenti o donne che presentano un’ipersensibilità riconosciuta all’anastrozolo. In assenza di dati sugli effetti di questo farmaco durante la gravidanza, Arimidex® viene controindicato in donne incinte o che allattano. Il farmaco contiene lattosio, quindi non può essere somministrato a chi presenta un’intolleranza al lattosio. Consultare il medico prima e durante l’inizio del trattamento.

Effetti collaterali

Arimidex® può accompagnarsi da diversi effetti indesiderati secondari quali: mal di testa, vampate di calore, disturbi cutanei (brufoli e prurito), nausea, dolori articolari. Sono stati osservati anche effetti secondari quali diarrea, vomito, perdita di peso, sonnolenza, dolori alle ossa e muscolari (mialgia) e disturbi di tipo ginecologico (secchezza vaginale o, molto raramente, sanguinamento vaginale

Avvertenze

Il farmaco non deve essere utilizzato che in caso di menopausa confermata con le dovute analisi. Le pazienti che soffrono di insufficienza renale o epatica grave o di osteoporosi devono essere sorvegliate durante la terapia. Il farmaco può interagire con altri medicinali di tipo estrogeno (ad esempio tamoxifene o farmaci utilizzati per la terapia HRT). Informare il medico anche se si assumono farmaci naturali e di altro tipo.