0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Mal di pancia in gravidanza: cause e rimedi

Il mal di stomaco è un (fastidioso) classico della gravidanza e, in molti casi, può accompagnare la gestazione rendendo l‘attesa un (bel) po’ meno dolce. Ecco come affrontarlo a seconda del periodo in cui si presenta.


Il mal di pancia in gravidanza è normale: è un disturbo molto diffuso ma le cause che lo scatenano variano a seconda del periodo di gestazione.


Il mal di pancia in gravidanza è normale e rappresenta un disturbo molto comune tra le gestanti ma i dolori addominali devono essere interpretati in maniera diversa a seconda del periodo di gestazione durante il quale si presentano. Se è vero, infatti, che un po’ di mal di stomaco può essere tra i primi sintomi della gravidanza (e, in questo caso, corrisponde con l'aumento dell’irrorazione sanguigna nell’utero e con l’installazione del feto) è anche vero, però, che questo disturbo può ripresentarsi anche nell’arco dei periodi successivi indicando – spesso - situazioni di assoluta normalità che però, a volte, possono spaventare. Ecco quando è più comune.

 

Dolori ad inizio gravidanza

Nel corso del primo trimestre di gravidanza è abbastanza normale avvertire dei disturbi addominali che sono dovuti alla normale installazione del feto e ai cambiamenti che necessariamente si originano all’interno dell’utero per accogliere al meglio il futuro bebè. Nei primi mesi, tra l’altro, è diffusa una sensazione di gonfiore dovuta alla presenza di gas intestinale scatenato dall’ovvio rallentamento della digestione causata dagli ormoni. Un altro problema comune a questo periodo è la stitichezza che, causata dal rallentamento della digestione e dalla pressione dell’utero sul retto, può causare mal di pancia. Niente di cui spaventarsi.

 

Mal di pancia in gravidanza al quinto mese

Verso il 5° mese di gravidanza inizia quello che, generalmente, viene considerato il periodo più “felice” dell’attesa perché le nausee, nella maggior parte dei casi, sono cessate e le future mamme iniziano a prendere confidenza con i cambiamenti che stanno avvenendo nel loro corpo mentre il bambino – pian piano – inizia a dare segnali concreti della sua presenza. Proprio questi segnali, però, possono portare a qualche mal di pancia scatenando leggere (ma fastidiose) contrazioni uterine dovute al movimento del feto. Più comuni nelle ore notturne, quando la mamma cerca di riposare e il piccolo “si sveglia”, questi dolori non devono comunque spaventare.

 

Contrazioni di Braxton Hicks

Tre le cause di frequenti mal di pancia in gravidanza, durante il secondo e il terzo trimestre d’attesa, figurano anche le cosiddette contrazioni di Braxton Hicks che devono il loro nome a quelle del loro scopritore. Si tratta – anche in questo caso – di un disturbo molto comune ma che spesso può spaventare le gestanti, specialmente coloro che affrontano la prima gravidanza. Repentita iuvant, però, e bisogna ricordarsi che non c’è davvero nulla da temere visto che si tratta di un fastidio normale causato dallo stiramento dell’utero che si adatta al movimento e alla crescita del feto. Nel caso il dolore addominale risultasse troppo forte, però, nulla vieta di affrontarlo con un bel bagno caldo o semplicemente sdraiandosi con qualcosa di caldo sulla pancia e provando a rilassarsi e inspirare profondamente.


Copyright foto: Fotolia                                                             

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo