Creon®: indicazione, posologia ed effetti collaterali

Fai una domanda
Creon® è un farmaco che contiene pancreatina, sostanza derivata da polvere di pancreas di origine suina. Esso viene usato per la sua azione emolitica, proteolitica ed enzimatica in pazienti, adulti o bambini, la cui produzione dell’enzima pancreatico è insufficiente.



Indicazioni

Creon® è utilizzato in una terapia enzimatica sostituiva in pazienti che presentano una mancanza di secrezione e di enzimi pancreatici (lipasi, amilasi o proteasi). Questo farmaco può essere utilizzato sia nell’adulto che nel bambino che manifesta patologie quali: pancreatite cronica, mucoviscidosi, ablazione pancreatica cefalica o totale.

Controindicazioni

Creon® è controindicato in persone che presentano un’ipersensibilità al principio attivo polvere di pancreas o ad uno degli eccipienti che compongono questo farmaco. L’utilizzo di Creon® non è raccomandato per le donne in stato di gravidanza o allattamento.

Effetti collaterali

I principali effetti collaterali descritti durante l’utilizzo di Creon® sono: disturbi digestivi, quali dolori addominali, nausea, diarrea, vomito, distensione addominale o in rari casi, stenosi del tubo digerente. Reazioni allergiche e cutanee quali rush, orticaria, prurito; costipazione severa a causa della presenza di lipasi quando il farmaco è somministrato a dosi elevate.

Posologia

La posologia di Creon® è adattata a seconda della patologia e dell’età del paziente. La dose aumenta progressivamente per alcuni pazienti, al fine di evitare casi di costipazione grave. Il dosaggio del farmaco è indicato corrisponde all’attività lipidica espressa in unità di PhEur (farmacopea europea) in capsule gel da 12000 U PhEur., 25000 U PhEur. e 40000 U Ph o in granuli gastroresistenti da 5000 U PhEur. I differenti dosaggi consentono di migliorare al meglio la posologia. Le capsule o i granuli vengono somministrati durante il corso della giornata prima o durante i pasti. I granuli possono essere aggiungi a succhi di frutta acidi, a composti o yogurt, da ingerire senza masticare.