0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Fungizone®: scheda tecnica

Il Fungizone® è un farmaco antifungino (antimicotico) utilizzato nelle infezioni da funghi sensibili all’Amphotericina B.


Fungizone® in sciroppo

Il Fungizone® è prescritto nelle candidosi del tubo digerente, della cavità orale, della pelle e/o della vagina ed èindicato nell’adulto e nel bambino. Il farmaco somministrato per via orale può essere utilizzato nella prevenzione in persone ad accresciuto rischio di sviluppare questa infezione fungina. È, inoltre, generalmente raccomandato anche un trattamento locale, in forma iniettabile.
La posologia quotidiana raccomandata varierà in funzione dell’età del paziente come della severità e localizzazione dell’affezione micotica.

Controindicazioni

L’utilizzo di Fungizone® è proscritto in caso di ipersensibilità alla sostanza attiva o ad uno degli eccipienti contenuti nel farmaco, allattamento e insufficienza renale.

Fungizone® per cardellini

Questo medicinale (commercializzato per l’uomo) è anche utilizzato in ambito veterinario (naturalmente con un dosaggio completamente diverso) per il trattamento di micosi nei volatili, in particolare nei cardellini.

Effetti collaterali

L’iniezione di Fungizone® endovena provoca nella maggior parte dei casi una reazione aIla perfusione che si manifesta con: febbre, sensazione di malessere, disturbi gastrointestinali, mal di testa, ipotensione e/o dolori muscolari. Fra gli altri effetti secondari regolarmente riportati in corso del trattamento con questo farmaco ritroviamo anche stanchezza, manifestazioni allergiche (prurito, rash, reazione anafilattica), dolori articolari e disturbi cardiaci (aritmia e ipertensione).

Principio attivo e precauzioni d’uso

L’Amphotericina B, principio attivo del Fungizone®, è una molecola antibiotica antifungina della famiglia dei polieni, che ha dimostrato efficacia contro svariati germi responsabili di numerose micosi sistemiche.
L’impiego prolungato di questo farmaco richiede una stretta sorveglianza medica, in modo che l’efficienza della funzionalità renale ed epatica e il numero degli elementi figurati del sangue saranno oggetto di regolari controlli in modo da adattare la posologia o se necessario interrompere il trattamento in corso.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo