Maurizio Costanzo

Fai una domanda

Data di nascita: 28/08/1938

Luogo di nascita: Pescara

Paese: Italia

Segno zodiacale: Vergine


Maurizio Costanzo.

Nato il 28 agosto del 1938 a Pescara, da un impiegato alMinistero dei trasporti e da una casalinga, Maurizio Costanzo è uno deipilastri del sistema mediatico italiano. Ottenuto il diploma presso il Liceo Classico statale Giulio Cesare di Roma, decide di non proseguire gli studi per dedicarsi al sogno di una vita: a soli 18 anni, infatti, inizia a lavorare comecronista per il quotidiano Paese Sera. Un anno dopo è redattore al Corriere Mercantile di Genova. Affermandosi rapidamente come giornalista, nel 1960, diventa caporedattore della redazione romana del settimanale Grazia. Dal '62 passa dal cartaceo alla radio e alla tv, come conduttore e autore diprogrammi. Nel 1963 debutta come autore radiofonico del programma Canzoni e Nuvole condotto da Nunzio Filogamo.
Il giornalista si cimenta anche come autore di canzoni, sarà lui infatti, nel 1966 a collaborare con Ghigo De Chiara nella stesura del testo della celebre canzone, portata al successo da Mina, Se telefonando. 
Ma la celebrità non arriva che nel '76 con il programma Bontà loro (1976-1978),uno dei primi talk-show della tv italiana, cui seguiranno Acquario(1978-1979), Grand'Italia (1979-1980), Fascination (1984), e soprattutto ilsuo spettacolo più conosciuto, il Maurizio Costanzo Show (1982-2009) registratoal Teatro Parioli di Roma, di cui diventa anche direttore artistico a partire dal 1988. Il talk show, salotto mediatico più famoso d'Italia, vanta il merito di esser stato il trampolino di lancio di diversi personaggi televisivi: da autori satirici come Daniele Luttazzi a cabarettisti di successo come Giobbe Covatta, Dario Vergassola e Enzo Iacchetti. 
Tra gli anni '70 e '80 Costanzo si dedica anche all'attività di autore teatrale. 
Nel 1970, infatti, va in scena la prima commedia dal titolo Il marito adottivo, la cui regia è affidata a Lucio Ardenzi. Negli anno successivi verranno rappresentate anche Con assoluta gratitudine, Un coperto in più, Un amore impossibile e Vecchi vuoti a rendere.
Partecipa inoltre alla stesura di diverse sceneggiature di film, vantando collaborazioni con Pier Paolo Pasolini, Pupi Avati e Ettore Scola. 

Nel 1978 torna momentaneamente alla carta stampata, primacome direttore de La domenica del Corriere, poi come fondatore e direttore de L’occhio.
Due anni dopo è di nuovosotto i riflettori a dirigere il primo telegiornale privato,
Contatto. Nel 1981 Costanzo viene travolto dallo scandalo legato alla loggia massonica P2. Il suo nome infatti figura nelle liste di appartenenti all'associazione condotta da Licio Gelli. Tale scandalo risulta un duro colpo per la sua carriera, tanto da spingere il giornalista a dimettersi dalla direzione de L'occhio e ad abbandonare le scene televisive per il successivo anno. 
Dopo questa breve parentesi, ritorna alla ribalta partendo da una piccola emittente sarda, fino ad arrivare, nel 1982 ad un nuovo inizio per la sua carriera: parte il Maurizio Costanzo Show.
A metà degli anni '80 fonda la società di produzione FortunaAudiovisivi.
Nell’ '87 inizia l’appuntamento quotidiano in seconda serata conil Maurizio Costanzo show, che, con trent’anni di permanenza, è in assoluto ilprogramma italiano più longevo della storia della tv.
Dall’ '85 all’ '87 Costanzoè anche conduttore del programma settimanale
Buona Domenica. Nel 1989 con il fidato co-autore Alberto Silvestri creano una Situation comedy che vedrà Maurizio Costanzo anche in veste di attore. 


Agli inizi degli anni Novanta il giornalista, scosso dagli omicidi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, mette la sua notorietà al servizio della lotta antimafia, divenendo uno dei paladini mediatici della lotta alla criminalità organizzata. La risposta violenta dei boss mafiosi non tarda ad arrivare e il 14 maggio 1993, a Roma, un'autobomba esplode al passaggiodella macchina di Maurizio Costanzo e della compagna, Maria De Filippi. I feriti sono sette ma la coppia rimane illesa. 

Nonostante il fatto che non abbia conseguito diplomi universitari, dal 1995 al 2009, Maurizio Costanzo riveste il ruolo di professore a contratto di Teoria e Tecnica del linguaggio radiotelevisivo alla facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università Sapienza di Roma
Nel '99 Costanzo viene nominato presidente della società Mediatradeche si occupa di tutto ciò che riguarda la fiction televisiva e nel 2000 fonda, insieme ad Alessandro Benetton, lasocietà Maurizio Costanzo Comunicazione, il cui scopo è quello di curarel’immagine e la comunicazione dei personaggi pubblici.
Direttore artistico diCanale 5, Maurizio Costanzo riveste inoltre numerose e importanti carichepresso Mediaset. La sua lunga carriera giornalistica vanta collaborazioni con ipiù importanti quotidiani e settimanali nazionali: Il Corriere della Sera, IlMattino, La Stampa e molti altri. 

Dal 2015, vanno in onda in prima serata, su Rete 4,quattro puntate del nuovo Maurizio Costanzo Show. Da marzo del 2016 Costanzotorna giornalmente in televisione con Parliamone, in onda dal lunedì algiovedì su Rai Premium.
Nel luglio 2016 conduce Maurizio Costanzo racconta, rubrica cinematografica in onda sul canale Mediaset Iris

 

Mogli di Maurizio Costanzo

La vita sentimentale di Maurizio Costanzo conta ben 4matrimoni. Dopo un matrimonio durato 10 anni con la fotoreporter LoriSammartino, nel 1973 sposa la giornalista Flaminia Morandi dalla quale ha duefigli: Camilla, nata nel 1973, e Saverio, nato nel ’75. Dall’ ’83 all’ '86 convivecon la collega Simona Izzo e nell’ ’89 sposa la conduttrice Marta Flavi, da cuidivorzia nel ’95. Infine, nell’agosto del 1995, Francesco Rutelli celebra conrito civile il matrimonio tra Maurizio Costanzo e la conduttrice Maria De Filippi. Nel 2004 la coppia ha adottato Gabriele, allora dodicenne.


Copyright foto: Kika Press

Potrebbe anche interessarti

Pubblicato da laRedazione. Ultimo aggiornamento 15 luglio 2016 alle 16:58 da laRedazione.

Il documento intitolato «Maurizio Costanzo» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.