0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Micosi: cura dei funghi

Una micosi è un’infezione della pelle o delle mucose provocata da dei funghi parassitari. Questi lieviti vivono normalmente sulla pelle e possono diventare nefasti per l’organismo in alcune circostanze.


Definizione

Una micosi è una patologia causata dallo sviluppo di minuscoli funghi in una parte dell’organismo. Le micosi possono toccare numerose zone del corpo, in particolare le vie digestive, i genitali, le unghie e in generale la pelle. I luoghi caldi e umidi ne favoriscono la loro moltiplicazione, ciò spiega anche la loro frequente localizzazione al livello dei piedi o in pieghe formatisi sulla pelle. Un tipo comune di questo microrganismo in questione è la candida albicans.

Sintomi

I sintomi si differenziano a seconda della specie di funghi e della zona colpita dalla micosi. Le micosi sono spesso lievi e semplicemente responsabili di rossori o prurito e possono essere trattati in diverse maniere, tra cui l’utilizzo di creme dette anti-fungine da applicare sulla zona infestata. Queste infezioni possono causare anche situazioni più gravi.

Dove si localizza la micosi?

Le zone di localizzazione di quest’infezione fungina sono differenti:

Pelle

Sulla pelle, una micosi provocherà l’apparizione di placche rosse, con delle perdite cutanee biancastre o delle lesioni vescicolari e purulente, accompagnate da forte prurito.

Piedi

Al livello dei piedi, tra le dite, la micosi provoca trasudazioni della pelle e delle ferite secretate, accompagnate da prurito. Spesso colpiscono le unghie o la zona ad essa limitrofa (onicomicosi).

Vagina

L’apparizione di funghi nella vagina provoca delle perdite bianche e prurito, all’origine di una micosi vaginale.

Cura

Per combattere la micosi sono prescritti farmaci antifungini sotto forma di creme, pomate, spray, in polvere o in compresse (o ovuli).

Rimedi naturali

Echinacee

L’echinacea è una pianta originaria dell’America del nord, capace di stimolare le difese dell’organismo. Per uso sia esterno che interno, essa consente di lottare contro ogni tipo d’infezione. Raccomandata per lenire le ferite e le micosi in applicazione locale, anche per la vaginite.

Lapacho

Il lapacho, ugualmente chiamato <ital>pau d’arco<ital>, è un albero sacro agli Incas. In erboristeria, esso viene utilizzato per la sua corteggia interna, che contiene una linfa. La corteccia agisce come un antisettico o un antinfiammatorio. In tutte le sue forme, il lapacho è capace di ridurre le infezioni. Ad es. un decotto viene utilizzato in pediluvio due volte al giorno per alleviare l’infezione da micosi.

Aloe

L’aloe vera è una pianta succulenta, conosciuta per il suo gel addolcente contenuto nelle sue foglie. Essa è ugualmente dotata di proprietà antifungine e antibatteriche che lo rendono un ottimo alleato contro le lesioni cutanee. In caso di micosi, il gel all’aloe è consigliato in applicazione locale sulla zona infettata, su qualunque parte del corpo.

Prudenza

Se si assumono dei farmaci è bene informarsi dal medico o dal farmacista prima di farsi prescrivere un trattamento fitoterapeutico, a base di erbe. Consultare il medico in caso di manifestazioni gravi.

Fattori di rischio

Un certo numero di fattori possono favorire l’apparizione delle micosi, tra questi ricordiamo il sudore, il caldo, l’umidità, a anche lo stress, lo sfregamento, l’irritazione della pelle. Un alto fattore di rischio comporta il diabete, antibiotici e gravidanza.

Prevenzione

Per prevenire l’apparizione di micosi, è meglio evitare di camminare a piedi scaldi in luoghi pubblici come gli spogliatoi o le piscine, di indossare vestiti o intimo in materiale sintetico o troppo stretti. Raccomandabile anche non condividere gli asciugamani o di lasciare per molto un costume bagnato. Privilegiare l’utilizzo di un prodotto da doccia disinfettante per piedi e cambiare l’intimo e le calze di sovente. Evitare scarpe che favoriscono l’umidità e che feriscono, soprattutto tra lo spazio che intercorre tra le dita dei piedi.
Aggiungi commento

Commenti

Commenta la risposta di utente anonimo