Aulin®: definizione, indicazioni ed effetti indesiderati

Fai una domanda
L’Aulin® è un medicinale molto comune utilizzato per le sue proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie. In particolare, le donne lo utilizzano per contrastare i dolori legati al ciclo mestruale.


Definizione

Aulin® è il nome commerciale di un farmaco che contiene come principio attivo la nimesulide. Tale molecola fa parte della categoria degli antidolorifici e antinfiammatori non steroidei (FANS). In commercio è presente come compresse da 100 mg, bustine da 100 mg con granulato per soluzione orale o supposte da 200 mg.

Indicazioni

La nimesulide (e l’Aulin® nello specifico) viene impiegata nel trattamento dei dolori acuti di qualsiasi origine: traumatismi, infezioni, in odontoiatria, in ginecologia, nel trattamento dei dolori mestruali, ecc.
La forma dell’Aulin® in bustina permette un assorbimento più rapido del farmaco. Le bustine contengono la stessa quantità di nimesulide delle compresse.

Posologia

Per evitare gli effetti collaterali, bisogna adoperare la dose minima efficace per il minor tempo possibile. La dose quotidiana consigliata è di una compressa, una bustina di granulato 2 volte al dì o una supposta da 200 mg 2 volte al dì. In ogni caso si consiglia di assumere l’Aulin® per breve tempo e comunque non superare i 15 giorni di assunzione.

Effetti indesiderati

Gli effetti indesiderati più comuni (che possono interessare più di 1 paziente su 100) sono: diarrea, nausea, vomito e lievi alterazioni della funzionalità epatica.
Gli effetti collaterali non comuni (che possono interessare fino a 1 paziente su 100) sono: respiro corto, modica ipertensione arteriosa, stipsi, flatulenza, gastrite, prurito, eruzioni cutanee, aumento della sudorazione, edemi periferici, sanguinamento dello stomaco o dell’intestino e diverse ulcere.
Tra gli effetti più rari (che interessano 1 paziente su 1000) possono presentarsi anemia, leucopenia, eosinofilia, variazioni della pressione arteriosa, emorragie, dolori durante la minzione, ritenzione urinaria, ematuria, iperpotassiemia, ansia,incubi, visione offuscata, tachicardia, eruzioni cutanee, dermatiti e stanchezza.

FOTO:© Diana Eller/123RF