0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Crisi convulsive - Definizione


Definizione

Una crisi convulsiva è definita come il sopraggiungere brutale di spasmi muscolari involontari che possono colpire un muscolo isolatamente, o anche l’insieme del corpo. L’origine di queste crisi è essenzialmente neurologica: l’attività esagerata di più neuroni scaricando allo stesso tempo influssi nervosi, e si parla di epilessia quando le crisi sono ripetute.
Si distinguono crisi convulsive tossiche in cui i muscoli si contraggono fortemente, le crisi convulsive mioclonica in cui le contrazioni si fanno di maniera alternativa, responsabili di scosse brevi e ripetute. Inoltre altri tipi di movimenti sono possibili, a causa dei neuroni iperattivi.
Le crisi convulsive possono prendere diversi aspetti. Tuttavia non bisogna confondere queste crisi con l’epilessia, ad esempio, nei neonati possono sopraggiungere delle convulsioni a causa di una forte febbre (convulsioni ipertermiche inoffensive).
Il documento intitolato « Crisi convulsive - Definizione » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.