Barrette proteiche fatte in casa: idee semplici e veloci

Fai una domanda
Le barrette proteiche fatte in casa senza proteine in polvere, sono facili da preparare, spesso senza neppure accendere il forno. Ecco le più buone.

Barrette proteiche migliori? Sono quelle che possiamo preparare comodamente da sole.


Barretta di cioccolato, che passione. Per non parlare di quelle al miele, ai cereali, al cocco. Adatta a chi cerca un soluzione per tenere a bada la fame: lo spuntino sano in ufficio, lo snack da palestra, o la merenda dietetica ma sana per frenare la voglia di dolce. Ecco molte soluzioni. Tutte semplici e veloci.

Barrette fatte in casa: ricetta semplice

Si mischiano in un contenitore due cucchiai di miele, tre tazze di fiocchi di avena, due tazze delle proprie noci preferite (tritate), cinque cucchiai di olio extravergine di oliva, mezza mela grattugiata, una manciata di semi misti e, a piacere, dell’uvetta. Si aggiungono prima gli ingredienti secchi, poi quelli morbidi, infine quelli liquidi, fino a raggiungere una consistenza adatta per essere versata su una teglia da forno lasciando almeno due dita di spessore. Si fa cuocere per circa mezz'ora in forno preriscaldato a 180°, poi si valuta se lasciare asciugare ancora, a seconda del forno. I semi e le noci doneranno energia e gusto, la frutta fibre e il miele dolcezza.

Barrette ai cereali fatte in casa: l’idea veloce

Si parte da una ricetta di base, alla quale aggiungere man mano e di volta i propri ingredienti preferiti. Ecco quindi che il composto sarà fatto con 400 grammi di latte condensato, 300 grammi di avena, 70 grammi di cocco disidratato, 120 grammi di semini e 120 grammi di noci (a gusto, il tipo di semi e noci che si preferiscono). Si possono poi aggiungere frutta disidratata o fresca (banana, frutti di bosco, mela) per un massimo di un etto. Si stende su una placca da forno coperta di carta da forno, a 130-150° per circa 30 minuti. Si toglie, si taglia in barrette e si finisce di far asciugare in forno per un’altra mezz’oretta o meno, a seconda del forno). Tanta energia, sempre a portata. La frutta è meno calorica dei semi e delle noci, quindi è bene bilanciare il mix a seconda delle esigenze. Alternativa per un composto veloce di base è quella di partire da due banane molto mature, 250 grammi di fiocchi di avena, 50 grammi di uvetta, 30 grammi di noci tritate, 4-5 cucchiai di latte di cocco. Va in forno ventilato a 180° per una ventina di minuti, prima di tagliare, abbassare la temperatura a 150° e terminare di asciugare per un quarto d’ora o poco più. 

Barrette energetiche fatte in casa, senza cottura

In questo caso, si può preparare un’ottima barretta senza neppure accendere il forno. Come? Basta mischiare mezza tazza di datteri senza nocciolo (ridotti possibilmente in purea) con mezza tazza di cocco disidratato e grattugiato (o farina di cocco), un quarto di tazza di farina di mandorle e un quarto di tazza di crusca d’avena. Si aggiunge se necessario un poco di olio extravergine di oliva e un cucchiaio di limone, poi si inserisce il composto in appositi contenitori per barrette (o le si crea da sé, su carta da fa forno, stendendo il composto per circa due centimetri di altezza, per poi tagliarlo successivamente). Il tutto va in freezer per un paio di ore, per poi essere tagliato o rimosso dagli stampi, e conservato per alcuni giorni in frigorifero.  
C’è chi poi evita direttamente di creare delle barrette e fa delle palline, da mettere prima in freezer a far solidificare e poi in frigorifero. Le ricette più amate sono a base di datteri, pesche disidratate, mandorle, scaglie di cocco disidratato, latte di cocco e miele, da mischiare a seconda dei gusti fino a ottenere la consistenza giusta. Si può anche partire da semi di chia, burro di noccioline, datteri, frutti di bosco disidratati e olio extravergine. 

Copyright foto: Elena Shashkina  / 123RF