0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Tifosi irlandesi: serenata, preghiera e ninna nanna

In attesa di Italia-Irlanda mercoledì 22 giugno, i tifosi irlandesi intonano canzoni e cori a una bella francese, a una suora e a una bimba in tram.

Carla Romera, la 19enne a cui i tifosi irlandesi hanno intonato un originale "I love you baby".


Birra in mano, maglietta verde, bandiera al collo e qualche cappello in testa, i tifosi irlandesi declinano in tutte le salse il tifo degli Europei 2016. Lontani anni luce dalle violenze degli hooligans, i tifosi dell’Isola hanno dedicato a donne e bambini le loro note, intonate tra lo stupore e la gioia dei destinatari: una francese tra la folla, una suora in treno e una frugola in braccio al suo papà in un tram di Bordeaux. 

La prima esibizione è andata in scena in una piazza di Bordeaux dove si aggirava la bella Carla Romera, studentessa e modella che nel tempo libero fa la bagnina e si diverte a cavalcare le onde sul surf. Dopo averla notata, i tifosi l’hanno accerchiata intonando un I Love you Baby decisamente più stonato di quello della gloriosa Gloria Gaynor ma altrettanto coinvolgente. Dapprima imbarazzata, la 19enne è stata al gioco e dopo aver registrato la performance con il suo smartphone ha regalato un bacio a uno di loro. Risultato: postato in rete il video le ha fruttato migliaia di follower e tanta ilarità. 

Archiviata la bionda, per par condicio, i tifosi hanno dedicato i loro cori a una suora in treno. Per lei un più sobrio ma altrettanto gioioso Padre Nostro che dopo le prime note d’imbarazzo ha scatenato la diretta interessata che si è lasciata andare a sorrisi e (caste) movenze fino a lasciarsi prendere per mano. 

Altro giro, altra corsa, la terza esibizione va in scena su un tram di Bordeaux: un papà tiene in braccio la sua piccola, al suo fianco siede la mamma che, non appena lo show inizia, riprende tutto con il cellulare e il sorriso stampato in volto. Questa volta il motivo è Twinkle twinkle little star, la ninna nanna più antica e famosa del mondo che gli irlandesi le cantano con meno clamore ma altrettanto calore, non certo con l'intento di farla addormentare. 

A questo punto non resta che attendere il prossimo exploit, magari proprio in occasione della sfida con gli Azzurri, mercoledì 22 giugno allo stadio Pierre Mauroy di Lille. Tifosi preparatevi: occhi e orecchie aperte non solo in campo ma anche sugli sugli spalti che il fair play è d’obbligo.

Copyright foto: Facebook@Carla Romera
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo