0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Costumi anni 50: la moda mare è retrò

Per il beachwear l’ispirazione arriva dai costumi da bagno di dive del calibro di Gina Lollobrigida, Elizabeth Taylor e Marilyn Monroe. Parola d’ordine: fasciare (e nascondere) a ogni costo.


Slip a vita alta, reggiseni a balconette imbottiti e costumi interi fascianti: la moda mare s'ispira ai costumi anni 50.

 

Addio bikini striminziti, tanga effetto nude e triangolini extra small: la moda mare 2016 attinge liberamente dai guardaroba estivi di Gina Lollobrigida, Elizabeth Taylor e Marilyn Monroe proponendo una (ricca) carrellata di costumi ispirati alla moda anni 50. Via libera, così, a slip dalla vita altissima, reggiseni debitamente imbottiti e balconette più strutturate, con buona pace delle fan impenitenti del mostrare ad ogni costo. Già, perché, nella moda balneare dell’imminente stagione calda, la parola d’ordine delle donne in costume sarà “nascondere” tra due pezzi fascianti (ma ampi) e costumi interi debitamente coprenti. Ecco i tagli più in voga.

 

Costumi da bagno a vita alta

Poco adatti a chi ha un lato B un po’ troppo abbondante, i costumi da bagno a vita alta sono ideali per coloro che vogliono esaltare gli addominali, anche quando questi sono appena accennati. In generale, però, meglio evitare i modelli troppo sgambati e scegliere tagli classici e fascianti da sfoggiare, però, quando l’abbronzatura c’è già. Perfetti in abbinamento al pareo, che deve ovviamente essere indossato ben sopra l’ombelico, questi modelli impongono le zeppe e hanno l’indiscutibile vantaggio di far risaltare il punto vita.

 

Balconette e bustier

Come modellare una scollatura non proprio giunonica?  La moda, finalmente, arriva in aiuto delle non-maggiorate e propone una vasta scelta di reggiseni a balconette (o addirittura a bustier) dotati sempre di una lieve imbottitura. Basta, quindi, con i triangolini in formato ridotto: nel beachwear dell’Estate 2016 ci sarà spazio per reggiseni più costruiti da scegliere con le spalline (purché siano piuttosto spesse) o anche a fascia, ma dotati di fiocchi e dettagli studiati ad hoc per aumentare il volume.

 

Costumi interi anni 50

Dulcis in fundo ecco tornare i costumi interi che si adattano a ogni silhouette esaltando i punti di forza e nascondendo debolezze e difettucci. L’importante, ovviamente, è che il modello sia d’ispirazione Fifties con capi iper-costruiti, ferretti a iosa e, in generale, tagli fascianti e avvolgenti capaci di esaltare il punto vita sollevando il seno. L’esempio? I modelli candidi e provocanti sfoggiati dall’indimenticabile Marilyn Monroe


Copyright foto: Fotolia

Potrebbe anche interessarti

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo