Tess, la Monna Lisa che non ride per combattere le rughe

Tess Christine ha quasi 50 anni ma ne dimostra la metà perché non ride da quand'era un'adolescente, non l'ha fatto nemmeno quando è nata sua figlia. Obiettivo: l'eterna giovinezza. Una moda bizzarra che ha già conquistato anche Kim Kardashian

Tess Christine non sorride da quarant'anni, il suo viso è senza rughe e gli amici l'hanno soprannominata Monna Lisa.


Non ride da una vita ma è tutt'altro che triste. Semplicemente ha la stessa faccia di venticinque anni fa. Al massimo si fa scappare un sorriso, enigmatico, che le è valso il soprannome di Monna Lisa. Tess Christine ha quasi cinquant'anni ma da quando era un'adolescente i muscoli del suo viso sono praticamente immobili. Come congelati. Il perché è tanto surreale quanto avvilente: "Tutti mi chiedono se ho fatto un lifting - dichiara lei al Daily Mail - ma in realtà il mio segreto è un altro. Non sorrido da quando sono adolescente e la mia costanza mi ha ripagato: voglio restare giovane". Non ha ceduto nemmeno quando ha preso in braccio sua figlia, nemmeno quando l'ha chiamata "mamma", mai. Alle feste rimane impietrita, in casa non c'è foto in cui uno dei dodici muscoli preposti all'espressione più bella del mondo faccia il benché minimo plissé. Risultato: nel mezzo del cammin di sua vita, Tess sfodera una cera invidiabile senza aver speso nemmeno un euro in lifting, botox o creme di alcun tipo. Certo, l'allenamento a censurare qualsiasi espressione non dev'esserle costato poco.  

Per quanto il regime della signora inglese possa suonare decisamente poco ortodosso, non è la sola ad aver soppresso la risata in cambio dell'eterna (si fa per dire) giovinezza del viso. Tanto per citare un nome noto, ci sta provando anche Kim Kardashian, la 34enne che dopo aver rotto il web con il suo fondoschiena generoso, ora prova a rimanere impassibile "perché sorridere provoca le rughe", ha fatto sapere. Gli esperti, dal canto loro, per quanto increduli nei confronti della scelta estrema, ammettono che il bizzarro stratagemma potrebbe funzionare: "le rughe appaiono a causa dei movimenti che coinvolgono i muscoli facciali, come sorridere o aggrottare la fronte - spiega il dottor Nick Lowe -. È lo stesso procedimento di un’iniezione di Botox: la sostanza funziona perché riduce l’attività dei muscoli facciali"

Insomma, mentre le donne di mezzo mondo impazziscono per le wonderstripes - le lunette patch in silicone trasparente da applicare sulla piega palpebrale superiore per migliorare l'estetica dell'occhio con effetto lifting -, Tess prosegue la sua crociata verso l'eterna giovinezza, senza rimpianti o ombre nell'anima: "non vivo come se fossi infelice, io amo la vita - dichiara -. Semplicemente non sento il bisogno di mostrarlo in giro con un sorriso stampato sulla mia faccia". Tant'è, nel caso foste tentati, sappiate che duemila anni fa Giulio Cesare ammoniva: "Fate attenzione agli uomini che non ridono, sono pericolosi".  

Copyright foto: Kika Press
Il documento intitolato « Tess, la Monna Lisa che non ride per combattere le rughe » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.