Allergodil® (collirio): posologia ed effetti collaterali

Fai una domanda
Allergodil® è un farmaco antistaminico che esiste sotto forma di collirio o di soluzione spray nasale.



Indicazioni

Allergodil® è un trattamento antistaminico che, sotto forma di collirio, è indicato per il trattamento di infezioni oculari (congiuntiviti allergiche) che colpiscono sia adulti che bambini dai 4 anni. La soluzione spray nasale è utilizzata, invece, per la lotta contro le riniti stagionali (febbre da fieno) a partire dai bambini al di sopra dei sei anni di età.

Contrindicazioni

Allergodil® è controindicato in persone allergiche ad uno dei suoi componenti. Il collirio contiene del cloridrato di azelastina, cloruro di benzalconio e edetate di sodio. Si consiglia di non indossare le lenti a contatto durante tutto il periodo del trattamento.

Effetti secondari

Il collirio antistaminico Allergodil® può risultare suscettibile di provocare una sensazione di bruciore durante la sua instillazione. In casi più gravi di allergia, esso può essere responsabile di un’irritazione e/o eczema da contatto. Per quanto riguarda la soluzione spray nasale, Allergodil® può provocare a sua volta irritazione della mucosa nasale e sangue dal naso (epistassi). In qualunque sua forma, Allergodil® può provocare un’alterazione del gusto e sensazione di amaro in bocca.

Posologia

Il collirio Allergodil® viene somministrato due gocce al giorno nell’occhio infiammato o in entrambi gli occhi. Se la presenza dell’allergene risulta essere particolarmente importante e i sintomi marcati, è possibile aumentare la dose a 1 goccia quattro volte al giorno. La goccia di collirio viene inserita nella palpebra inferiore e nel globo oculare, tirando leggermente con il dito la palpebra e ponendo lo sguardo verso l’alto. La posologia di Allergodil® spray nasale, invece, è quella di due spruzzi in ogni narice due volte al giorno. Si consiglia di asciugare la cavità nasale, soffiando il naso prima di spruzzare il prodotto. Il trattamento è da utilizzare in funzione al grado di esposizione che si ha all’allergene, causa del malessere.