Mobic®: scheda tecnica

Fai una domanda
Il Mobic® è un farmaco commercializzato in compresse e soluzione iniettabile ed utilizzato per alleviare i dolori articolari provocati dalle malattie reumatiche. La sua efficacia è dovuta alla presenza del meloxicam, un antinfiammatorio non steroideo. Questo farmaco è riservato ai maggiori di 16 anni.


Indicazioni e posologia

Mobic® è indicato in caso di un attacco di artrosi per ridurne i sintomi ed è inoltre impiegato come trattamento di base in soggetti affetti da poliartrite reumatoide o da spondiloartrite anchilosante per distanziare le crisi. Nel corso degli attacchi di artrosi la posologia raccomandata è di una ½ compressa o di 1 compressa al giorno, cioè da 7,5 a 15 mg al giorno. Nel trattamento dell’artrite reumatoide e della spondiloartrite anchilosante la dose abituale è di 15 mg al giorno (1 compressa).
Nelle persone anziane e in quelle che soffrono di severa insufficienza renale la posologia non deve superare i 7,5 mg al giorno.

Controindicazioni

Mobic® non deve essere somministrato ai lattanti, ai bambini o agli adolescenti di meno di 16 anni, in caso di grave insufficienza cardiaca, epatica o renale, in caso di ulcera gastrica in atto o precedente, in caso di emorragia o se il paziente presenta sanguinamenti digestivi, perforazione digestiva, orticaria, edema di Quincke, asma o polipi nasali, dopo aver preso aspirina o un altro antinfiammatorio non steroideo, se il paziente è allergico alla sostanza attiva (meloxicam) o a qualsiasi altra sostanza contenuta nel farmaco. Inoltre l’assunzione di questo farmaco è possibile in caso di severa insufficienza renale solo se il paziente è in dialisi.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali del Mobic® più frequenti sono disturbi digestivi come nausea, vomito e dolori addominali. Come tutti gli antinfiammatori, Mobic® aumenta il rischio di accidenti cardiovascolari (AVC, crisi cardiaca), di ipertensione e di insufficienza cardiaca.

Gravidanza e allattamento

L’utilizzo di questo farmaco può avvenire nel corso del primo e del secondo trimestre di gravidanza. È invece sconsigliato a partire dal terzo trimestre, perché può innescare complicanze sia per il feto (disturbi renali e polmonari) che per la futura mamma (emorragie). Mobic® è sconsigliato anche durante l’allattamento.