0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Kristen Stewart a Cannes 2017: Come Swim segna il debutto alla regia

Come Swim è il primo cortometraggio di Kristen Stewart che, abbandonati i panni di Bella Swan in Twilight, debutta alla regia al Festival di Cannes 2017.
 

Kristen Stewart debutta come regista a Cannes 2017 con Come Swim.


Adottata ormai dalla Francia, da Cannes e dal cinema francese, Kristen Stewart ha deciso di debuttare alla regia presentando il suo corto, Come Swim, proprio durante la settantesima edizione della kermesse francese.

Apprezzata in Sils Maria, per cui vinse anche il Cesar, gli Oscars francesi, nel 2014, e stimata come protagonista di Personal Shopper, il film di Oliver Assayas, presentato sempre a Cannes lo scorso anno, Cannes quindi era la sua scelta primaria, e ci sentiamo di dire fisiologica.

Il corto, scritto insieme all’ingegnere di Adobe Bhautik Joshi e David Shapiro, racconta in maniera suggestiva e innovativa la vita comune di un uomo comune, arricchendo la giornata lavorativa con immagini che variano nello stile, da quello dell’impressionismo a quello dell’espressionismo arrivando fino a sfiorare il surrealismo.

Parlare di problemi esistenziali (il protagonista infatti esce da una storia d’amore) non sarà come parlare di pace nel mondo e global warming, ma ha sicuramente il suo effetto. Una scelta intelligente quella della Stewart che ha puntato su un argomento con cui tutti possiamo relazionarci, ovvero avere il cuore infranto dopo una rottura, senza puntare ai massimi sistemi, almeno al il primo cortometraggio.

Qualcosa di molto lontano e decisamente diverso dai film per cui abbiamo iniziato a conoscere la Stewart, e stiamo parlando ovviamente della trilogia di Twilight, diventata poi una saga da quattro film al cinema.

Abbandonati i look da “Bella” vampira (compreso lo sbrilluccichio sotto il sole!) è passata da anni tormentati (la dichiarazione della suo omosessualità, l’ossessione di volersi togliere di dosso i panni di Bella Swan e i canini da vampiro) Kristen è cresciuta e il debutto dietro la macchina da presa, seppure duri solo 18 minuti, è una dimostrazione comprovata del suo talento e delle potenzialità di un’artista poliedrica di cui ancora conosciamo solo la punta dell’iceberg.

Copyright foto: Kika Press

Il documento intitolato « Kristen Stewart a Cannes 2017: Come Swim segna il debutto alla regia » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.