Freemelania: tutti contro Melania Trump. E la rete vuole salvarla

Dopo le smorfie dell'Inauguration Day spopola l'hastag FreeMelania: a prendere di mira la First Lady anche la comica Chelsea Handler.

La rete, che ha preso di mira Melania più volte, questa volte vuole liberarla dal marito (poco galante).

Tutti contro Melania: dopo Katie Rich che bullizza il giovane Barron Trump, ora è quello di Chelsea Handler che prende di mira la First Lady facendo sapere dalle colonne di Variety che non la intervisterà perché “a malapena parla inglese” e quindi non saprebbe di che cosa parlare. Peccato che Melania, oltre a parlare inglese (con un forte accento straniero ma senza alcuna difficoltà), parla almeno altre 4 lingue - tra cui francese, italiano, tedesco e sloveno - e di andare in tv non ha nessuna voglia (basti ricordare la figuraccia in campagna elettorale per il suo unico speech spiccicato quello di Michelle).

Il fatto è che dall’alto della sua unica lingua parlata, la comica ha fatto una figuraccia e contribuito, suo malgrado, ad accrescere la simpatia della rete per la First Lady. Tanto che, dopo averla beffeggiata (tra le altre cose) per aver sposato un uomo dai capelli arancioni e modi scurrili, per il mancato high five al figlio Barron (già diventato un meme), per il suo abito celeste ispirato a quello della defunta Jacky Kennedy, ora si è scatenata con l'hastag #FreeMelania decisa a liberarla dalle grinfie del marito.

A nutrire l’ironico affetto virtuale verso Melania è la scarsa galanteria dimostrata dal marito il giorno dell’insediamento e in un particolare momento dell’Inauguration Day. Per chi se lo fosse perso: arrivati alla Casa Bianca, Donald scende dall’auto e senza aspettarla sale i gradini e va incontro agli Obama. Il paragone con la coppia Michelle e Barack del 2009 è impietoso: i due raggiunsero i Bush mano nella mano.

Stesso comportamento durante l’Inauguration Day: Donald non solo la lascia indietro innumerevoli volte ma ad un certo punto le mormora qualcosa all’orecchio, la guarda, Melania gli sorride (plastica) ma appena il marito si volta si concede una smorfia impietrita che scavalca ogni impasse linguistico.

Il fermo immagine, rimbalzato sui social, è presto diventato il primo di una lunga serie facendo galoppare l'hastag #FreeMelania a tutti gli angoli della rete. Nel frattempo lei - che Donald l’ha sposato 12 anni fa, non ha nessun bisogno di essere salvata e il suo ruolo l'ha serenamente ceduto alla di lui figlia Ivanka -, faceva le valige per tornare a casa, a New York, nel suo appartamento dorato. Free, con il suo Barron.

Copyright foto: Kika Press

Il documento intitolato « Freemelania: tutti contro Melania Trump. E la rete vuole salvarla » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.