0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Seitan: cos’è e come cucinarlo

Scopriamo insieme come cucinare il seitan, cos'è e in quali preparazioni fantasiose e inaspettate possiamo cimentarci con questo prodotto iper- proteico. 

Il seitan è un alimento composto unicamente di proteine vegetali. © Michele Cornelius /123RF

 

Cos'è il seitan

Il seitan è un alimento di origine orientale altamente proteico. Nato come valida alternativa alla carne questo prodotto è essenzialmente un concentrato di proteine vegetali, infatti lo stesso termine seitan, di origine giapponese, traduce il termine proteine.
Dopo la mucca pazza e il dilagare dell’influenza aviaria la scelta di operare un cambiamento nella dieta quotidiana è cresciuta di anno in anno.
L'alimentazione vegetariana e quella vegana hanno cominciato a diffondersi sempre più velocemente, ed è stato quindi necessario trovare dei validi sostituti alle proteine di origine animale, in questo caso il seitan può essere un validissimo alleato. 

 

Seitan fatto in casa

Per quanto riguarda la sua preparazione non è molto complicato, e inoltre il seitan fatto in casa si può speziare a proprio piacimento e creare quindi un prodotto fatto su misura per noi. 
In una ciotola si mescolano insieme acqua e farina manitoba, fino ad ottenere un composto solido, ciò fatto si fa riposare l’impasto in acqua fredda. 
In seguito si sciacqua il tutto alternando acqua calda alternata ad acqua fredda, al fine di eliminare tutti i residui d’amido (a questo punto l’acqua di scarto può essere recuperata per utilizzarla nella preparazione come il ragù di seitan). L’impasto così ottenuto va avvolto in un canovaccio e cotto per circa 90  minuti in acqua bollente condita con spezie e vedure a piacere. Una volta trascorso questo tempo il seitan è pronto e può essere utilizzato in diverse preparazioni. 

 

Come cucinare il seitan

Esattamente come il tofu, il seitan risulta essere un prodotto molto versatile, si presta infatti ad essere un ottimo condimento per primi e secondi, oltre ad essere un toccasana nelle insalate.

 

Ragù di seitan

Possiamo preparare un ragù di seitan vegano ottimo per chi non mangia proteine di origine animale, o per chi semplicemente ama tenere sotto controllo la linea. La ricetta è semplice: far soffriggere in olio un trito di carota, sedano e cipolla, aggiungervi il seitan tritato precendentemente e far rosolare. Tirare il tutto con del vino bianco secco e in seguito versare concentrato di pomodoro e salsa di pomodoro e far cuocere per circa 40 minuti. Salare e pepare, et voilà ! un ragù veg degno dei migliori chef.
 

Arrosto di seitan

E come rinunciare ad un arrosto goloso? Non c’è problema, con il seitan è possibile fare anche questo: per prima cosa marinare l’arrosto di seitan (preparato come abbiamo visto precedentemente) in un ciotola con olio, rosmarino e le spezie che preferite. Nel frattempo sbollentate delle patate ridotte a cubetti in abbondante acqua salata, versarle in una teglia da forno con olio, aglio e rosmarino e cuocerle per 50 minuti. Passato questo tempo inserire nella teglia con le patate l’arrosto di seitan far rosolare, innaffiare con vino bianco e far cuocere per circa 15 minuti a 200°.  

 

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo