0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Verza: ricette in padella e al forno

Ecco come cucinare la verza: a mo' di involtini, con aglio e olio o elaborata, come la vuole la cassoeula lombarda, o insieme al riso, alla maniera campana, le idee soddisfano i palati di tutti.

Gli involtini di verza o il riso con la verza: ecco alcuni spunti per cucinare l'ortaggio dell'autunno. © ildipapp/123RF

Verza in padella

La verza, una delle varietà di cavolo più saporite e nutrienti, regala ricette capaci di accontentare tutti sia ai fornelli sia a tavola. Perché se cotta in padella, con semplice aglio, olio e peperoncino (volendo con l’aggiunta di qualche tocco di pancetta) è il contorno facile e veloce, perfetto per un secondo di carne (soprattutto salsiccia e maiale), cucinata secondo la ricetta della cassoeula lombarda accontenta i cuochi più arditi e i palati più decisi. Questo perché sebbene la preparazione sia abbastanza semplice - la carne (ben pulita e raschiata) va cotta in padella in un trito di carote, cipolla e sedano e svaporata con un bicchiere di vino bianco - sono necessarie almeno tre ore e, insieme all’ortaggio, in tavola arrivano le parti povere del maiale: dai piedini, alle cotenne, passando per la testa, le costine e i verzini (salamini). 

Decisamente più alla portata sono i primi piatti: dagli spaghetti con verza e pomodoro a quelli più chic con pasta fresca, verza e gamberi. Per entrambe le preparazioni l’ortaggio va prima sbollentato in acqua bollente (per 5 minuti al massimo) e poi scottato in padella insieme ai pomodorini o ai gamberi (o gamberoni). Infine, come non citare il riso e verza, che i napoletani chiamano "O virzo cu o rriso" o "Virz’e rise": la verza cuoce in padella insieme alla cipolla e alla pancetta, poi si sfuma con il brodo, s’insaporisce con il Parmigiano Reggiano e infine si accoppia con il riso.      


Verza al forno

A proposito di verza al forno la rassegna inizia dalle insolite chips croccanti: tanto semplici da cucinare - basta lavarle, condirle con olio e sale e infornarle per una decina di minuti a 200 °C - quanto originali da gustare, sono il contorno perfetto anche per il palato dei più piccoli. Un’ottima alternativa è la verza gratinata con un formaggio a pasta morbida mentre, all’estremo opposto, ci sono gli involtini di verza, un vero e proprio secondo piatto gourmet: che si preparino alla maniera piemontese (i capunet) con carne e parmigiano, o alla vegetariana (con i formaggi o le verdure), o con gli avanzi che avete in frigo, il risultato lascia sempre deliziati gli ospiti. 

E ancora: veloce, economico e di grande impatto è il pasticcio di pane e verza, la ricetta che dà nuova vita al pane raffermo e sposandosi con il prosciutto, il Parmigiano Reggiano, una spolverata di noce moscata, sale, pepe e qualche fiocchetto di burro vi regalerà grandi soddisfazioni. Infine, come non citare le polpette di verza e patate che prima di cuocere nel forno s’impastano con il pangrattato e la cipolla, il parmigiano reggiano e l'olio evo: una ricetta semplice e genuina per tutti i gusti.

Potrebbe anche interessarti

Aggiungi commento

Commenti

Commenta la risposta di utente anonimo