0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Julia Roberts, Cannes e i piedi nudi dello scandalo

La protagonista di Money Monster a piedi nudi sul red carpet di Cannes: mentre i fan del barefooting esultano, Julia Roberts lotta per la parità di genere. Anche fashion. 


Julia Roberts a piedi nudi sul red carpet di Cannes solleva polemiche e detta legge.


Julia Roberts a piedi nudi sul red carpet di Cannes (e i fanatici del barefooting esultano, ma non solo). La diva di Money Monster consacrata – per l’ennesima volta – icona di stile dopo il suo debutto sul tappeto rosso della Croisette con addosso un abito firmato Armani Privé, total black e dalla scollatura – sia detto per inciso - inequivocabilmente citazionista rispetto a se stessa e al famosissimo long dress rosso indossato sul set di Pretty Woman per assistere a La Traviata

Ma non solo di antichi fasti vive l’outfit di questa neofita del Festival del Cinema di Cannes che, dopo essere arrivata sul tappeto rosso dotata dei tacchi alti d’ordinanza, ha “semplicemente” sfilato gli stiletti per salire più agevolmente i molti gradini della maestosa scalinata. Una scelta, questa, che più che “comoda” appare come simbolica da molti punti di vista nonché – dulcis in fundo – come (di nuovo) molto auto-citazionista. La star, infatti, non è una neofita del piede nudo ad ogni costo e, come ricorderanno i più incalliti tra i suoi fan, sfoggiò – già nell’ormai lontano 1993 - le scarpe che mamma le fece di pascoliana memoria per il suo matrimonio con Lyle Lovett

Ma la scelta del barefoot è emblematica anche se letta in termini più contemporanei. Nell’edizione 2015 del festival del cinema, infatti, fece scandalo l’allontanamento dal tappeto rosso di un gruppo di donne che, accorse alla proiezione di Carol, furono costrette a desistere dalla loro partecipazione perché ree di non indossare i tacchi alti d’ordinanza. A dare la notizia fu, all’epoca il Daily Mail, che riportò il commento della direzione che – senza intervenire sull’incidente nello specifico – spiegava che per le signore sono obbligatori i tacchi alti sul red carpet delle proiezioni. 

Apriti - giustamente - cielo. Molte star sono intervenute prontamente sul tema invocando eguaglianza tra sessi anche in fatto di calzature e comodità e, dopo le dichiarazioni di Emily Blunt a questo proposito durante la presentazione del suo Sicario, sul tema si è esposta proprio in questi giorni anche Kristen Stewart che, durante la tavola rotonda organizzata a Cannes per Café Society, ha invocato cambiamenti immediati. “Le cose devono cambiare subito – ha spiegato – è ovvio che se un uomo ed io camminiamo sul tappeto rosso insieme non si può pensare che qualcuno mi fermi per dirmi che non posso entrare senza tacchi alti perché io, a quel punto, potrei fargli notare che nemmeno il mio accompagnatore li indossa e che, quindi, non è giusto chiedere a me qualcosa di diverso da quello che si chiede a lui”. 

Detto, fatto e Julia Roberts più che icona fashion è già eroina nella lotta (quotidiana) alla parità. Che, in questo caso, inizia dalle scarpe. 


Copyright foto: Kika Press

Potrebbe anche interessarti

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo