Ranidil: indicazioni e posologia

Fai una domanda
Ranidil è un farmaco utilizzato nella cura di malattie dell'apparato digerente, come esofagite, reflusso, gastrite e ulcera. Ecco indicazioni terapeutiche e posologia.


Indicazioni

Ranidil è un farmaco soggetto a prescrizione medica che serve per il trattamento di patologie a carico dell'apparato digerente, come esofagite, gastrite, ulcere, reflusso gastroesofageo e sindrome di Zollinger-Ellison. Il principio attivo alla base è Raniditina Cloridrato del gruppo degli anti ulcere. Si presenta sotto forma di compressa rivestita e si utilizza in associazione con farmaci antiinfiammatori non steroidei .

Posologia

La posologia cambia in relazione alla patologia da trattare. Si prescrive agli adulti (dai 12 anni in su) in caso di ulcera duodenale, ulcera post-operatoria, esofagite da reflusso e sindrome di Zollinger-Ellison. Mentre è adatto ai bambini dai 3 ai 18 anni per il trattamento a breve termine dell'ulcera peptica e del reflusso

Ranidil per ulcere

Si raccomanda il dosaggio di 300 mg al giorno per 8 -12 settimane a seconda della tipologia di ulcera da trattare

Ranidil per esofagite da reflusso

La dose giornaliera raccomandata di 300 mg al giorno, per almeno 8 settimane. Sarà, poi, il medico a stabilire una corretta posologia in base al caso specifico, aumentando, se necessario, anche il tempo della durata della terapia.

Ranidil per sindrome di Zollinger-Ellison

In caso di Sindrome di Zollinger - Ellison la dose giornaliera consigliata è di 450 mg, che può aumentare su consiglio del medico.

Controindicazioni

Ranidil e tutti i farmaci a base di Raniditina sono controindicati per coloro che hanno un'ipersensibilità al principio attivo. Inoltre è da evitare in abbinamento ad altri farmaci, quindi è opportuno sempre sentire il parere del medico.