Cefepime: posologia del principio attivo

Fai una domanda
Cefepime è il nome di una molecola utilizzata per la sua azione antibatterica. Commercializzata sotto forma di polvere, questa soluzione si inietta soprattuto per via intravenosa per combattere le infezioni provocate dai batteri.


Posologia ed indicazioni

Cefepime è un antibiotico utilizzato nel trattamento di diverse infezioni batteriche: sanguigne, urinarie, respiratorie o biliari. Questo principio attivo può essere somministrato ai bambini a partire dai due mesi di vita e la posologia, in questo caso, varia in funzione dell’infezione e del peso del paziente, di norma si fa riferimento ad una posologia di 50 mg/kg tre volte al giorno. Negli adulti si raccomandano generalmente due o tre dosi da due grammi al giorno. Questo medicinale è iniettato nella maggior parte dei casi per via intravenosa, qualche volta intramuscolo.

Nome commerciale di cepifeme

Cefepime è un antibiotico conosciuto ed utilizzato a causa delle sue proprietà antibatteriche. Questo principio attivo penetra all’interno del batteri Gram negativi ed agisce bloccando la sintesi della parete cellulare.
Diversi laboratori elaborano degli antibiotici contenenti cepifeme, il suo nome commerciale è Cepim®, Maxipime® o Cepime®.

Controindicazioni

Questa sostanza attiva non è oggetto di nessuna controindicazioni particolare, eccezion fatta per l’ipersensibilità alla molecola stessa.
La cefepime può essere utilizzata durante la gravidanza e l’allattamento.

Effetti collaterali

Cefepime può causare diversi effetti collaterali come disturbi ematologici, epatici, reazioni cutanee, diarrea o flebiti (a livello del sito di iniezione) Altri effetti indesiderati (più rari) sono mal di testa, febbre, orticaria, prurito, stordimento, convulsioni o infezioni vaginali.