Pillola Klaira (anticoncezionale)

Fai una domanda
La pillola anticoncezionale Klaira® è un contraccettivo atto ad evitare gravidanze indesiderate e a regolarizzare il ciclo mestruale di una donna. Come altri tipi di contraccettivo orale, essa necessita della prescrizione medica.



Composizione

A base di estradiolo valerato e dienogest, Klaira presenta 28 compresse colorate utilizzate per il controllo degli ormoni femminili. A seconda del colore della pillola si ha più o meno combinazione dei due farmaci fino alle pillole di colore bianco, prive di ogni sostanza ormonale e atte ad evitare di dimenticarne l’assunzione.

Modalità d’uso

La pillola deve essere assunta con un po' d’acqua ogni giorno alla stessa ora. In caso di dimenticanza è possibile assumere la pillola del giorno entro le 12 ore successive. Più l’assunzione risulterà ritardata e la dimenticanza frequente più l’effetto anticoncezionale sarà lieve e dunque persiste il rischio di restare incinta. In taluni casi si consiglia di contattare il medico per eventuali controlli; mentre se si dimentica una pillola Klaira controllare il foglietto illustrativo nella confezione per vedere come procedere (molto dipende anche dalla settimana del ciclo in cui ci si trova).

Terapia

La scelta di questo tipo di contraccettivo orale è effettuata in un contesto terapeutico in cui vi è la presenza di mestruazioni abbondanti, senza cause cliniche soggiacenti, e la volontà delle pazienti di ricorrere alla contraccezione orale. Prima della prescrizione è necessario che il medico curante ragioni sugli eventuali fattori di rischio che la pilolla Klaira (come altri tipi di contraccettivi orali) può determinare: trombosi venosa ed altri effetti derivati dalla combinazione dei due principi attivi sopra citati.

Controindicazioni

Come altre pillole combinate anche la pillola Klaira viene controindicata in caso la paziente presenti una trombosi venosa profonda, un’embolia polmonare o altri tipi di coaguli di sangue e/o disturbi che interessano la coagulazione. In caso di antecedenti di ictus, angina pectoris, ischemia, diabete, pressione arteriosa alta, trigligeridi o colesterolo; tumore, patologie epatiche, sanguinamenti dalla vagina, o allergie o ipersensibilità ad uno dei suoi componenti, incluso anche il lattosio, utilizzato nel suo composto.

Effetti indesiderati

La pillola anticoncezionale Klaira, se assunta, può comportare degli effetti indesiderati di media o rara entità. Tra questi i più frequenti sono cefalea, dolore all’addome, nausea, perdite (soprattutto all’inizio dell’assunzione), acne, amenorrea, dolore al seno e aumento di peso. Tra gli altri effetti secondari rari che l’assunzione di Klaira potrebbe provocare sono da ricordare: infezioni, pressione alta, sbalzi d’umore, aumento dei noduli al seno, ritenzione idrica, pressione bassa, vertigini, palpitazioni, ecc. In presenza di uno o più sintomi si consiglia di consultare il medico per valutare l’eventuale arresto della somministrazione.

Avvertenze

La pillola Klaira non deve essere usata durante la gravidanza e l’allattamento. Se si è intolleranti al lattosio è bene scegliere un altro tipo di contraccettivo orale. Alcuni farmaci possono interagire con la sua azione e necessitare dell’uso del preservativo per evitare la gravidanza. Tra i farmaci che alterano l’azione di Klaira da ricordare i barbiturici, inibitori della proteasi, medicinali a base di erba di S. Giovanni; farmaci a base di ketoconazolo e antibiotici con eritromicina. Prima di sottoporsi ad analisi del sangue è bene informare gli addetti che si sta assumendo Klaira, per evitare che ci siano dei falsi nei risultati.

Foto: © warayoo - 123RF