0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

La Ragazza del Mondo: Riondino e Serraiocco si raccontano [VIDEO]

Videointervista esclusiva a Michele Riondino e Sara Serraiocco, protagonisti di La Ragazza del Mondo, il nuovo film di Marco Danieli al cinema dal 9 novembre.

Chargement de votre vidéo
"La Ragazza del Mondo"


Se vi siete innamorate leggendo Romeo & Giulietta, o la versione urban fantasy degli amanti di Verona, ovvero Bella ed Edward di Twilight, rimarrete sicuramente affascinate da La ragazza del mondo il film di Marco Danieli con protagonisti due giovani e talentuosi attori italiani, Sara Serraiocco e Michele Riondino.

Giulia e Libero sono due innamorati che vengono da due mondi molto diversi, ex delinquente lui, che non riuscendo a trovare lavoro è costretto a spacciare, testimone di geova lei. I due si incontrano quasi per caso e non riescono a lasciarsi, nonostante lei sia costretta a frequentare solamente ragazzi che professano il suo stesso credo.

Quando l’amore brucia l’anima, parafrasando un film, non c’è religione od ostacolo che tenga, e i due fuggono insieme, in un salto nella realtà che li farà scontrare e confrontare con loro, in un percorso di formazione che porterà Giulia a capire i suoi desideri e i suoi bisogni al di là della religione e dagli affetti.

Film d’esordio per il regista romano che è stato accolto molto bene non solo al Festival di Venezia ma anche all’estero, in particolar modo in Francia, Corea, Inghilterra e Israele. 

Nell’intervista in esclusiva trovate le dichiarazioni dei due protagonisti e come hanno costruito il loro rapporto e la loro storia d’amore sul set.


Copyright video: Magazine delle Donne
Il documento intitolato « La Ragazza del Mondo: Riondino e Serraiocco si raccontano [VIDEO] » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.